Consigli

Telefonino in acqua? Ecco cosa fare

water_phone
25 ago 2015 - 18:10

Niente panico. Siete anche voi tra quelle persone che, ogni giorno, vivono con il timore che il proprio telefonino possa cadere in acqua o bagnarsi? 

Se la riposta è sì, di seguito troverete dei semplicissimi passaggi per “salvare” il vostro smartphone. 

Secondo un sito americano, le cose da fare sono queste: 

1. Spegnere il vostro cellulare. 

Esattamente. Un passaggio banalissimo che, però, potrebbe salvare la vita al vostro cellulare. Infatti, la maggior parte delle persone, dopo aver raccolto il cellulare dall’acqua, tende, come prima cosa, ad accendere il cellulare: sbagliato! La sola pressione sui tasti potrebbe far spostare il liquido presente nei circuiti. 

2. Rimuovete la scheda. 

E anche la Micro SD, se ne avete una, così da poterle asciugare separatamente. Ovviamente, evitate di rimuovere l’acqua con forni o phone, piuttosto utilizzate un ventilatore. 

3. Aspirate il liquido.

Non commettete l’errore di scuotere il vostro cellulare. Prendete invece un panno di cotone o un tovagliolo asciutto ed iniziate ad asciugare le parti esterne del telefonino. Per l’interno, invece, munitevi di un’aspirapolvere con bocchette piccole o, in caso non l’aveste, di una cannuccia. 

4. Munitevi di una ciotola di riso.

Ebbene sì, per chi non lo sapesse, il riso “intrappola” l’umidità e renderà il vostro smartphone completamente asciutto. L’alternativa al riso è il condizionatore che, con l’aria fredda, permetterà all’acqua di evaporare velocemente. 

5. Accendete il vostro cellulare. 

Dopo 24 ore, è arrivato, dunque, il fatidico momento di riaccendere il vostro amico e metterlo sotto carica.

Adesso dovrebbe essere tutto ok. 

 

Commenti

commenti

Rossana Nicolosi



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento