Innovazioni

Progetto Energetic: un software per gestire i consumi

software
14 dic 2015 - 18:44

CATANIA - Poter monitorare in tempo reale i consumi della propria abitazione adesso è possibile, oltre che divertente: è in questo che consiste Ener-Escape sviluppato da Engineering – Ingegneria Informatica S.p.A nell’ambito del progetto Energetic realizzato dal Distretto Tecnologico Sicilia micro e nano sistemi.

L’idea di base di “Ener-Escape” è quella che oltre a monitorare i consumi ci si possa divertire, apprendendo anche, grazie ad un gioco che educa all’uso consapevole dell’energia oltre alla possibilità di poter interagire con una community green sui social network.

Per presentare il concept dell’applicazione, Engineering ha anche realizzato un breve cartone animato nel quale la giovane protagonista Marta attraverso il suo smartphone si avvicina a questo originale escape room game e impara che un altro stile di vita all’insegna del risparmio energetico è possibile. L’applicazione disponibile su tablet, smarthpone e pc ha anche una versione destinata alle aziende per migliorare la consapevolezza dei dipendenti sull’uso dell’energia.

Il progetto Energetic ha avuto sviluppi anche in altri ambiti: dai transistor di potenza usati in vari campi (energia, industria, auto) alle ricerche su come intrappolare più luce nei pannelli fotovoltaici di seconda generazione aumentandone l’efficienza.

“L’obiettivo – spiega Salvatore Lombardo, responsabile scientifico del progetto – è stato quello di studiare tecnologie per sistemi fotovoltaici e per l’efficienza energetica su aspetti concernenti materiali, dispositivi, e ICT. In particolare, si è focalizzato in quattro ambiti: fotovoltaico di seconda e terza generazione, transistor di potenza (settore industriale, motori elettrici, automobili ibride ed elettriche, illuminazione, etc.), hardware (reti di sensori wireless alimentati da fotovoltaico); sistemi fotovoltaici per uso domestico, software per l’efficienza energetica”.

Diversi i prototipi realizzati: da nuovi materiali che consentono un migliore intrappolamento della luce per celle solari a film sottile a celle solari di terza generazione a colorante ad alta performance. Ideate, inoltre, nuove tecnologie di condizionamento elettrico per estenderne la durata. Questi prototipi permetteranno di aumentare l’efficienza dei pannelli fotovoltaici anche fino al 5%, percentuale non indifferente se pensata su larga scala.

È in fase di realizzazione anche un prototipo di sensore wireless per il controllo ambientale, con modulo solare a film sottile. Il progetto ha avviato anche lo studio di nuovi inverter e sistemi di controllo per impianti fotovoltaici domestici. “Si tratta di oggetti applicativi che possono avere grandi ricadute dal punto di vista sociale – spiega Corrado Spinella, presidente del Distretto – soprattutto nell’ambito di un settore dalle grandi potenzialità non ancora totalmente espresse come le energie rinnovabili e il fotovoltaico soprattutto”.

Infine, per quanto concerne i sistemi software, sono stati realizzati dei prototipi di software per la gestione dell’efficienza energetica e per l’educazione all’uso efficiente delle risorse energetiche.

“I risultati del progetto – sottolinea Filippo D’Arpa, amministratore delegato del Distretto – sono stati importanti soprattutto per le ricadute che avranno per i nostri partner in termini di nuovi business. Inoltre, è stato valorizzato anche il capitale umano attraverso la formazione di 20 tecnologi esperti nella progettazione e realizzazione di celle solari di terza generazione e di impianti di conversione e distribuzione dell’energia ad alta efficienza”.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA