Pallanuoto femminile

Vittoria per l’Ekipe Orizzonte contro la Waterpolo Messina

roberta-santapaola-foto
27 nov 2016 - 18:58

CATANIA – l’Ekipe Orizzonte riesce a battere la Waterpolo Messina anche senza Tania Di Mario, Monika Eggens ed Isabella Riccioli e conquista la qualificazione alla Final Eight della UnipolSai Cup.

Le catanesi hanno sconfitto 13-11 le giallorosse sul loro campo ed hanno così passato il turno, vincendo il Girone D per miglior differenza reti, rispetto a Messina e Cosenza.

All’inizio la fortuna non sembrava essere dalla loro parte, infatti le padrone di casa avevano vinto sia il primo che il secondo tempo, rispettivamente per 3-1 e 4-3. Nella terza frazione di gioco però l’Ekipe Orizzonte ha messo il turbo ed ha ribaltato il risultato, vincendo il parziale con un nettissimo 2-6 e legittimando il vantaggio con il 2-3 del quarto tempo.

Tra le marcatrici di oggi Roberta Santapaola è stata la regina assoluta del match con ben cinque gol, seguita da Claudia Marletta, andata a segno tre volte. Due reti per Arianna Garibotti e Sofia Lombardo, una per Giulia Buccheri.

A fine partita, il coach dell’Ekipe Orizzonte si è complimentato con la propria squadra, sottolineando la grande prestazione di tutte le sue giocatrici: “Oggi le mie ragazze sono state davvero bravissime – ha detto Martina Miceli e mi fa piacere fare una menzione particolare per Roberta Santapaola, perché ieri l’ho redarguita parecchio per come aveva giocato ed oggi ha reagito alla grande, facendo cinque tiri e altrettanti gol, ma con cinque tiri della vita”.

Miceli ha specificato come, nonostante la sua giovane età, sia una ragazza estremamente tenace e sicura di sè, così come dovrebbero essere tutte: “Se si tira in porta si deve fare il tiro della vita, se si difende deve essere la difesa più importante della carriera. Se facciamo questo possiamo arrivare ovunque, se facciamo le cose con sufficienza possiamo perdere contro chiunque”.

Il coach ha elogiato le ragazze e il loro grande spirito di squadra, riferendosi soprattutto all’ottima difesa e al rendimento “strepitoso” dell’attacco.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA