Atletica

A Vito Massimo Catania e Maria Grazia Bilello la maratonina dei Nebrodi

26 ott 2014 - 21:16

SANT’AGATA MILITELLO - Sono Vito Massimo Catania e Maria Grazia Bilello i vincitori della 4° edizione della “Maratonina dei Nebrodi”, che si è disputata a Sant’Agata Militello. Giornata ideale per correre una mezza, con il sole che ha fatto appena capolino, ed una temperatura che ha consentito ai podisti di regalarsi ottime performance cronometriche.

Vito Massimo Catania

Vito Massimo Catania

La gara, sia al maschile che al femminile è stata un monologo. Catania, sin dalla partenza ha impresso un ritmo sostenuto, e dopo qualche chilometro si è ritrovato a fare gara a se controllando gli avversari; dietro di lui un gruppetto formato da Vincenzo Puccio (Podistica Messina), Giovanni Soffietto e Carlo Filiberto (entrambi dell’Universitas) e Dario Rossello (GS Indomita), con Puccio che, scalzati i compagni di viaggio, ha provato nell’ultimo dei tre giri a ricucire la distanza dall’atleta dell’Amatori Regalbuto, guadagnando solo una manciata di metri.

maratonina nebrodi 27\10\2014

 

I tempi dei primi tre: Vito Massimo Catania (1h11’52), Puccio 1h12’37), Soffietto (1h13’47); quarto Carlo Filiberto, ottimo quinto il giovanissimo Riccardo Vitale (Marathon Monreale).

Vito Massimo Catania e Maria Grazia Billello

Vito Massimo Catania e Maria Grazia Bilello

Copione identico al femminile con Maria Grazia Bilello, che ha centrato l’ennesima vittoria in una gara che conta. L’atleta del Club Atletica Partinico non ha avuto rivali sin dalle prime battute, andando a chiudere con il tempo “stratosferico” di 1h24’09; secondo posto per Sebastiana Bono della Podistica Messina (1h27’35) autrice di un’ottima gara; terza Marta Cortese in 1h28’19 (Track Club Master) che nel finale ha scavalcato la veterana Irene Susino (Sport Nuovi Eventi Sicilia); quinta Elena Terraciano (ASD Archimede).

A fare da viatico alla gara, la competizione aperta agli atleti in handbike, con la vittoria che è andata a Salvo Campanella (ASD Vento in Faccia) che ha preceduto i compagni di squadra Luigi Palì e Luigi Sugamiele.

Il Memorial “Finanziere Maurizio Gorgone, Vittima del Dovere” ha visto salire sul podio anche atleti “in divisa”. In questa speciale categoria a vincere è stato Giuseppe D’Agostino della 5 Torri Trapani in forza all’Esercito; tra le donne, unica in gara, tutto facile per Rosa Rita Vernaci della Polizia Municipale.

La manifestazione è stata ben organizzata dall’Atletica Nebrodi, con gli uomini dello staff che quest’anno hanno dovuto anche lottare contro il tempo, per liberare il percorso dalla sabbia e dai detriti portati dalla mareggiata che appena 48 ore fa ha spazzato via un centinaio di metri del lungomare di Sant’Agata.

438 gli atleti che hanno tagliato il traguardo per la manifestazione che, lo ricordiamo, è stata valida come sesta prova del GP Sicilia di maratonine. Archiviata con successo la maratonina dei Nebrodi (buona anche la ricaduta dal punto di vista turistico) si pensa già al prossimo appuntamento, il penultimo, in programma a Siracusa il 9 novembre.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati

Lascia un Commento