Calcio

Troppa Roma all’Olimpico, Palermo seppellito di gol

salah
21 feb 2016 - 23:04

ROMA - E’ amaro il ritorno di Giuseppe Iachini sulla panchina del Palermo. La formazione rosanero viene “demolita” dalla Roma allo stadio Olimpico opponendo una resistenza modesta. Palermo schierato secondo un 3-5-2 che bada quasi esclusivamente a difendersi. E’ la compagine giallorossa a fare la partita. I minuti scorrono, aumenta progressivamente la supremazia territoriale della Roma che sbatte contro la muraglia eretta dai siciliani. Alla mezz’ora arriva l’episodio che consente ai padroni di casa di sbloccare il risultato. Perfetto cross dalla destra di Pjanic, Dzeko ha il tempo per controllare di petto e trafiggere di potenza il giovane Alastra, in porta al posto dell’infortunato Sorrentino.

Raramente il Palermo prova a farsi vivo nella metà campo romanista. Poco prima dell’intervallo una conclusione di Pjanic si stampa sul palo mentre, ad inizio ripresa, c’è subito una chance per la Roma con Maicon che sfiora l’incrocio. Proprio nel momento in cui il Palermo fornisce timidissimi segnali di risveglio, si concretizza la seconda marcatura giallorossa. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Keita controlla di petto e di punta riesce a trovare l’angolino alto alla destra di Alastra.

Al minuto 58 c’è la concreta opportunità, per il Palermo, di tornare in partita ma Struna non trova lo specchio della porta. I romanisti sono determinati a mettere al più presto la parola fine al match. Ci pensa Salah a soddisfare le richieste di Spalletti. L’egiziano viene lanciato in profondità da una sponda di Dzeko e con precisione gonfia la rete. A questo punto crolla il Palermo sotto i colpi della Roma. Passano pochi minuti ed ecco che la Lupa cala il poker. Messo in moto da Nainggolan, ancora Salah si lascia anticipare da Alastra ma riesce a recuperare la sfera e dal fondo, con una traiettoria precisa, raddoppia. La Roma crea occasioni da rete in quantità industriale, il Palermo fa ben poco per impensierire l’avversario.

Iachini si gioca la carta Djurdjevic al posto di Gilardino e sostituisce Vazquez con Maresca ma è sempre la compagine giallorossa padrona del campo. Nel finale c’è spazio anche per la manita. Sul preciso traversone dalla destra di Perotti, Dzeko deposita il pallone in fondo al sacco contribuendo a seppellire di gol un Palermo davvero impalpabile ed inconcludente. C’è tanto da lavorare per Iachini a Palermo, mentre la Roma potrebbe essere sulla strada giusta.

ROMA-PALERMO, TABELLINO PARTITA E PAGELLE:

ROMA: Szczesny 6; Maicon 6.5 (77′ Strootman 6), Manolas 7, Ruediger 6.5, Digne 6; Pjanic 7 (72′ Iago Falque 6), Keita 6.5, Florenzi 6, Nainggolan 7, Salah 7.5 (40′ Perotti 7); Dzeko 7.
A disp.: De Sanctis, Castan, Nura, Zukanovic, Emerson, Vainqueur, Uçan, , El Shaarawy.
All. Spalletti.

PALERMO: Alastra 5; Struna 5, Gonzalez 6, Andelkovic 5.5; Morganella 5, Hiljemark 5.5, Brugman 4.5 (57′ Trajkovski 5), Jajalo 5, Pezzella 5; Vazquez 5.5 (67′ Maresca 5); Gilardino 5 (72′ Djurdjevic 5).
A disp.: Posavec, Marson, Vitiello, Cionek, Rispoli, Cristante, Chochev, Quaison, Balogh,  Bentivegna.
All. Iachini.

Arbitro: Giacomelli di Trieste. Assistenti: Tegoni e Paganessi. IV uomo: Musolino. Assistenti di porta: Calvarese e Chiffi.

Marcatori: 30′ Dzeko, 87′ Dzeko, 52′ Keita, 60′ Salah, 63′ Salah

Ammoniti: Struna

Livio Giannotta



© RIPRODUZIONE RISERVATA