Atletica

Trenta medaglie “catanesi” a Palermo

D'amico palermo
23 set 2015 - 16:22

PALERMO - Risultati di spessore per i catanesi ai Campionati regionali individuali Cadetti e Allievi, che si sono disputati allo stadio «Vito Schifani» con l’organizzazione del Cus Palermo, collaborato dal Comitato Provinciale della Fidal. A Palermo in primo piano la Catania 2000 con le cadette Laura Gatto (nella foto), Chiara Gulli e Grazia Pusillico, le tre stelle della società castellese, allenate rispettivamente da Salvatore Calvaruso, Paolo Mario D’Antone e Vito Riolo.

Gatto Laura

Laura Gatto nel salto con l’asta supera 3,40 alla prima prova e fallisce poi a 3,50, stabilendo così la nuova migliore prestazione siciliana cadette ed eguagliando il tetto italiano della stagione 2015, toccato dalla torinese Gaia Bonessa il 15 luglio a Torino. La palermitana, in continua ascesa, aveva eguagliato con 3,20 a Mazzarino il 23 maggio il primato regionale della compagna Arianna Iudica (Catania, 20 settembre 2009), per poi elevarsi a 3,25 a Palermo il 16 luglio. Adesso Laura punta al gradino più alto del podio ai Campionati italiani individuali e per Regioni il 10 e 11 ottobre a Sulmona. Chiara Gulli nell’alto sale a 1,61 e sfiora il muro di 1,65, corrispondente al primato regionale di Emanuela Tessitore, che resiste dal 1987. Nel 2015 Chiara ha superato tre volte 1,63 ed è la sesta in Italia. Grazia Pusillico, marciatrice di talento, segna in una gara solitaria 15’17”83 sui 3 km, il titolo regionale era già stato assegnato a Misterbianco il 13 giugno ed appartiene ad Alice Leonardi (15’02”7). Grazia è quinta nelle liste italiane con 15’01”2, al suo bel debutto nella marcia il 20 maggio a Misterbianco. Anche queste due atlete le vedremo a Sulmona.

In tutto sono state trenta le medaglie conquistate dai catanesi e subito da registrare la doppietta disco-peso di Isidoro Mascali (Cus Palermo), che così commenta: «Ho snobbato il disco, solo un lancio a 50,89, in modo da concentrarmi sul peso, dove sono arrivato al personale eguagliato di 14,70 e ho migliorato la prestazione della prima giornata dei C.d.S. Allievi». I momenti più belli quest’anno di Isidoro, detto Dodo – allenato dal nonno omonimo, pioniere del martello in Sicilia e dal padre Dario – sono stati a Milano e Desenzano del Garda. Ai Campionati italiani Allievi all’Arena di Milano, medaglia d’argento con 54,15 nel disco, terzo nelle liste italiane Allievi del 2015, ventesimo in quelle di sempre, primo siciliano. Alla finale nazionale dei Campionati Studenteschi di Desenzano del Garda, sempre nel disco, titolo italiano con 49,99 all’ultimo lancio.

Tra le Allieve, campionesse regionali Maria Grazia Corselli nell’asta (2,30) ed Erica Madella nel lungo (4,94), entrambe della Catania 2000; due secondi posti per la brava Beatrice Scuderi (Cus Catania), 1’01”96 nei 400 e 27”16 nei 200, argento pure per Alessia Leone (Sal Catania), 13”42 nei 100 e Daria Bonfiglio (Atl. Virtus Acireale), 5’16”43 nei 1500. Roberta Poma Tomasello (Etnatletica San Pietro Clarenza) conferma il titolo regionale vinto nella marcia a Misterbianco, 29’53”90 per lei davanti alla compagna Alessia Di Grazia (32’12”35).

Le Cadette si sono ben destreggiate con Federica Fichera (Sal Catania) prima negli 80 in 10”45 e seconda nei 300 con il personale di 43”54 contro la rientrante Martina Cusumano (42”15). Identici piazzamenti per Alice Leonardi (Freelance Athletics Paesi Etnei), il sabato seconda nei 1000, preceduta da Sofia Assenza, 3’16”28 e 3’13”24 i rispettivi tempi, domenica imperiosa nei 2000, scesa a 7’09”95 su Roberta Grasso (Sal Catania) 7’13”03. Giuliana D’Antonio (Sal Catania) s’impone nel triplo con 9,74 e terza nel lungo (4,60). Sugli ostacoli Claudia D’Antonio (Sal Catania) è seconda negli 80 m in 14’0 e terza nei 300 m in 52”91. Una sorpresa Jemmy Di Martino (Pol. Lib. Militello), seconda nel martello con il personale di 15,30. Alessia Massimino (Trecastagni Sport Start Up) due volte terza, 14,00 nel disco e 14,89 nel martello. Valentina Rubino (Sal Catania) su tutte nel lungo con 4,81, per la gioia di Manuel Gallo, l’atleta vanta un balzo di 5,19 (Enna, 12 settembre). Terza l’eclettica Angelo Scavo (Freelance Athletics Paesi Etnei), 21,84 nel giavellotto, campionessa regionale nel Pentathlon il 5 settembre a Siracusa con 2825 punti.

mascali

 

Accese le gare dei Cadetti e scatenati i nostri atleti, campioni regionali l’esplosivo Roberto Mirabella (Atl. Sant’Anastasia), altro allievo di Manuel Gallo, 6,07 nel lungo, terzo pure negli 80 (9”50); Claudio D’Amico (Atl. Virtus Acireale), talento di Pietro Collura, 2000 in 6’16”75 su l gelese Mario Bianca (6’17”19), quarto nei 1000 in 2’43”33; Riccardo Pezzinga (Cus Catania), gioiello di Valentina Ragusa, per la seconda volta 1,76 nell’alto, tenta invano poi 1,80 per eguagliare il suo primato, stabilito a Mazzarino il 23 maggio; Christian Mangiaratti (Pol. Lib. Militello), svezzato da Giuseppe Messina, attualmente ad Accra, 11,87 nel triplo, alla sua seconda gara in questa disciplina e con tre mesi di allenamento nello «sconquassato» campo di Militello in Val di Catania. Nel giavellotto terzo Luca Grasso (Atl. Virtus Acireale) 30,57. Bene Francesco Bandieramonte (Etnatletica San Pietro Clarenza), secondo in 2953”30 nella marcia di 5 km che non assegnava il titolo.

Michelangelo Granata

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento