Calcio

Trapani, ufficiale: richiamato Calori in panchina. Il tecnico: “Vogliamo stupire, ripartiamo insieme”

IMG_6156
22 giu 2017 - 12:52

TRAPANI - Una retrocessione che ha lasciato l’amaro in bocca al Trapani, spedito in Serie C all’ultima giornata dopo un impensabile girone di ritorno dei granata condotti da Alessandro Calori.

I rapporti con quest’ultimo si sono arenati e il Trapani ha cercato prima il suo direttore sportivo e nel contempo un nuovo mister: la scelta, però, è ricaduta ancora sul tecnico della scorsa stagione che è stato richiamato a guidare il Trapani per il prossimo campionato.

Questo il comunicato ufficiale pubblicato dalla società trapanese: “Mister Calori, che ha assunto la guida tecnica della squadra il 2 dicembre dello scorso anno ha raggiunto l’accordo con la Società granata: per lui un contratto biennale. Venticinque gare sulla panchina del Trapani, 33 punti realizzati, frutto di nove vittorie, sei pareggi e dieci sconfitte, mister Alessandro Calori assieme alla squadra è stato protagonista di una rimonta incredibile nello scorso campionato in serie B, sfumata per un soffio: ad appena 13 punti a fine girone d’andata, il Trapani nella seconda parte del campionato ha avuto un ruolino di marcia eccezionale con 31 punti realizzati e 32 reti segnate, che ne hanno fatto l’attacco più prolifico della serie B nel girone di ritorno”.

Ecco le parole di mister Alessandro Calori:
Dobbiamo ripartire con entusiasmo e proseguire il lavoro svolto, con energia, voglia, passione,  determinazione e convinzione. Chi verrà a vestire la maglia del Trapani dovrà esserne fiero ed orgoglioso e soprattutto dovrà venire qui con l’obiettivo di creare un gruppo che lotti per raggiungere il massimo. Ci saranno molti nuovi calciatori, per ovvi motivi, ma le caratteristiche  devono essere quelle di professionisti che lottano per gli obiettivi del gruppo. Dovremo riuscire assieme a creare un nucleo di calciatori che abbia voglia di stupire!  Non sarà facile, ma attraverso il lavoro e la volontà niente, quasi niente, è impossibile. Il nuovo direttore avrà il compito di scegliere i calciatori che più si addicono per allestire il nuovo gruppo. Ringrazio la gente di Trapani per l ‘affetto e la stima che mi hanno dimostrato. Torniamo a correre e a tentare di riportare il Trapani dove merita. Per ultimo, ma è il primo per gerarchie, un pensiero al Presidente Vittorio Morace  e alla signora Annamaria. Ho avuto la fortuna di avere tanti presidenti nella mia carriera, sia come calciatore, sia come allenatore, ma qui ho trovato valori umani che sono sempre più rari e che mi hanno fatto sentire come parte di una famiglia. La passione e l’amore che guidano il comandante Morace nel suo ruolo di presidente del Trapani sono sentimenti che si riflettono sulla Società, sulla squadra, sui tifosi e su tutti gli appassionati di calcio. Ringrazio il Presidente e la signora Annamaria per la fiducia nei miei confronti sin dal primo giorno in cui sono arrivato a Trapani ed a loro, come nostri primi tifosi, dico: ripartiamo e lottiamo insieme”.

Commenti

commenti

Gabriele Paratore



© RIPRODUZIONE RISERVATA