Calcio

Trapani, 4 partite 4 pareggi. Anche contro l’Ascoli

unnamed
17 set 2016 - 17:32

TRAPANI - Allo stadio “Provinciale” il match tra il Trapani e l’Ascoli termina con il punteggio di 1 a 1.

Primi minuti di gara in cui regna l’equilibrio e con le due squadre che non accelerano i ritmi. Per assistere alla prima occasione, infatti, bisogna aspettare fino al 14′ quando Bianchi, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, impensierisce la porta trapanese con un colpo di testa terminato sopra la traversa. Il Trapani non riesce a trovare spazi all’interno dell’area di rigore ed al 24′ Nizzetto ci prova da fuori con una conclusione molto potente che termina, però, alta. Al 35′ l’episodio che cambia le sorti del match: ingenuità di Nizzetto che atterra Orsolini all interno dell’area e per il direttore di gara non ci sono dubbi. Calcio di rigore per l’Ascoli. Dal dischetto Gatto è freddo a battere Guerrieri ed a portare i suoi in vantaggio. Il Trapani prova a reagire, affidandosi, come al solito, al suo giocatore più talentuoso, Igor Coronado. Al 42′, infatti, il brasiliano cerca il tap-in vincente direttamente da calcio di punizione, ma è bravo Almici a respingere la sfera. Ancora siciliani pericolosi al 47′, proprio in chiusura di tempo, con Citro che, servito perfettamente da Colombatto, non riesce a battere Lanni, bravo a sventare il pericolo. La prima frazione di gioco si chiude con gli ospiti in vantaggio.

Il Trapani prova a scuotersi dopo un primo tempo giocato decisamente al di sotto delle proprie potenzialità. Mister Serse Cosmi cerca la mossa vincente per riequilibrare il match ed in avvio di ripresa sostituisce uno spento Citro per Petkovic. Ed è proprio l’attaccante croato che risulta decisivo: al 61′, infatti, dopo una grande azione collettiva, Ferretti serve Petkovic al centro dell’area di rigore e l’attaccante granata, tutto solo, appoggia la palla in rete. L’Ascoli subisce il colpo e non riesce a reagire. Sono ancora i siciliani, infatti, a rendersi pericolosi con Coronado. Al 77′ il brasiliano supera due avversari e scarica un grande destro dai 25 metri, è bravissimo, però, Lanni a tuffarsi ed a respingere la sfera. Decisamente insufficiente la ripresa dell’Ascoli che non riesce quasi mai a rendersi pericoloso, se non all’83′ quando Perez, autore di un’azione fortunosa nell’area di rigore, si gira e conclude di poco alto sopra la traversa. Il match si chiude così, senza ulteriori emozioni, sul punteggio di 1 a 1.

Ancora senza vittorie il Trapani in questo avvio di stagione. Nel match odierno contro l’Ascoli, infatti, la squadra di mister Serse Cosmi sbatte contro il muro bianconero e raccoglie un misero punto contro un avversario alla sua portata. Le uniche note positive della giornata derivano dalla solita reazione d’orgoglio della squadra granata che riesce a riacciuffare il risultato ed il ritorno, con gol, dell’attaccante croato Petkovic, elemento di maggiore talento, insieme a Coronado, dell’intera rosa siciliana. 

Alberto Macchi



© RIPRODUZIONE RISERVATA