Calcio a 11

Torneo delle professioni a Catania, comanda l’Ordine dei Medici

Squadra OrdineMedici
18 feb 2015 - 16:48

CATANIA - Alla fine del girone di andata la squadra dell’Ordine dei Medici ed Odontoiatri della provincia di Catania è prima in classifica. Il torneo, che si svolge annualmente da ventuno edizioni, coinvolge squadre dei diversi Ordini professionali: Medici, Architetti, Notai, Magistrati, Avvocati, Commercialisti, Ingegneri, Chimici. Su nove partite disputate finora i Medici ne hanno vinte otto e pareggiata una. Proprio nell’ultimo incontro c’è stata la netta vittoria per 5-0 sui Commercialisti, secondi in classifica e che avevano vinto tutte le precedenti partite.

La squadra è guidata da Mauro Meli, ginecologo dell’A.S.P. di Catania, che fino all’anno scorso ha partecipato come calciatore a quasi tutte le edizioni vincendone diverse, insieme agli attuali veterani.

Il presidente Massimo Buscema già dallo scorso anno ha voluto caratterizzare la partecipazione dell’Ordine dei Medici ed Odontoiatri di Catania, aprendo la partecipazione a tutti i colleghi interessati: attraverso il sito dell’Ordine c’è stato grande coinvolgimento di nomi nuovi che stanno dando il loro contributo insieme ai colleghi più esperti.

La squadra svolge regolari allenamenti bisettimanali ed è brillantemente supportata dal preparatore atletico Gino Del Tevere. La forza della squadra è quella legata al gruppo dei tanti atleti che si alternano in campo, con una panchina lunga e di livello e con l’esperienza di colleghi non giovanissimi ma forti tecnicamente (Percolla, Valenti, Zingali, Cocuzza, Reibaldi, Latteri, Conti, Grasso, D’Antone, Maugeri, Meli, Zappata, Impallomeni, Paratore, Priolo, Barbagallo e Nicolosi) e la corsa e l’entusiasmo dei giovani colleghi (Sardo, Befumo, Cacia, Judica, Papotto, Ciccia, Annunziata, Bellinvia, Zerbo, Zelante, Schisano).

MauroMeli-con-resp_-Ingegneri-e1424274461824

La squadra dei Medici si conferma solida in difesa, anche grazie all’apporto di un centrocampo che svolge una buona funzione di filtro, migliore attacco con 32 reti segnate in nove partite, e migliore differenza reti: i primi tre in classifica cannonieri sono medici. Si riesce così in definitiva a coniugare la preziosa attività professionale con momenti di condivisione e attività sportiva.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento