Calcio

Torino tramortisce Palermo con tre sberle, ora la classifica è preoccupante

Andrea Belotti, ex attaccante del Palermo ora in forza al Torino.
Andrea Belotti, ex attaccante del Palermo ora in forza al Torino.
14 feb 2016 - 17:21

PALERMO - Pomeriggio amaro per i colori rosanero della Sicilia. Allo stadio Renzo Barbera, il Torino riesce ad avere la meglio sul Palermo. 1-3 il risultato finale e classifica che diventa preoccupante per la formazione palermitana. Eppure l’avvio di gara lasciava presagire un epilogo diverso. Le cose si erano messe subito bene per il Palermo, capace di trovare la via del gol già al primo affondo con Gilardino, implacabile davanti a Padelli. La gara è abbastanza godibile con Gilardino e Vazquez particolarmente vivaci, ma il Toro non sta a guardare. Al 5’ Immobile va davvero molto vicino al pareggio, ma di testa “grazia” Sorrentino.

Tegola per i padroni di casa al 14’, quando Goldaniga è costretto ad abbandonare il terreno di gioco a causa di un infortunio. Al suo posto, dentro Andelkovic. Nel frattempo cresce il Torino che guadagna metri mantenendo viva la speranza di riequilibrare al più presto la gara. Al 19’ il pareggio tanto desiderato dai granata trova concretezza. Immobile, beneficiando di un calcio di rigore, trasforma il penalty riequilibrando il risultato. Il Palermo reagisce ma il Torino continua a giocarsi la partita a viso aperto. Belotti, ex di turno, fallisce delle ghiotte occasioni per effettuare il sorpasso.

Al 31’ i palermitani subiscono il gol dell’1-2. Sfortunato, nella circostanza, Gonzalez che su cross di Bruno Peres devia sfortunatamente nella propria porta. Niente da fare per Sorrentino che, qualche minuto più tardi, infortunato, è costretto a chiedere il cambio venendo sostituito da Alastra. Ad inizio ripresa il Torino è padrone del campo, con Immobile che si conferma grande protagonista e ben assistito da Belotti. I minuti scorrono ed il Palermo prova a scuotersi aumentando la gestione del possesso palla. Al 55’ colpo di reni di Padelli che si salva sul tiro di Gilardino. I rosanero creano qualche presupposto interessante negli ultimi metri ma, al minuto 69, è ancora una volta il Torino ad andare a segno. Percussione palla al piede dello scatenato Immobile, che arriva a tu per tu con Alastra e, con freddezza, lo batte senza difficoltà. Vazquez prova a rimettere in corsa il Palermo con giocate di pregevole fattura ma è ancora la squadra piemontese ad un passo dal bersaglio. Al minuto 84 Belotti fallisce una ghiotta opportunità per calare il poker. Nel finale si abbassano i ritmi, gli ospiti gestiscono il prezioso vantaggio fino allo scadere dei tre minuti di recupero concessi. È notte fonda per il Palermo che mantiene la zona a rischio della classifica mentre il Torino, in virtù di questo risultato, si avvicina alla matematica salvezza.

PALERMO-TORINO, TABELLINO PARTITA E PAGELLE:

MARCATORI: 2′ p.t. Gilardino (P), 19′ p.t. Immobile (T) su rigore, 31′ p.t. autogol di Gonzalez (T), 24′ s.t. Immobile (T)

PALERMO: Sorrentino 6 (36′ p.t. Alastra 6.5); Morganella 6, Gonzalez 5.5, Goldaniga s.v. (14′ p.t. Andelkovic 5.5), Rispoli 5.5; Hiljemark 5.5 (31′ s.t. Trajkovski s.v.), Brugman 5.5, Chochev 5.5; Vazquez 6.5, Gilardino 6.5, Quaison 6. Allenatore: Bosi.

TORINO: Padelli 7; Maksimovic 6, Glik 6, Moretti 6.5; Zappacosta 6.5 (25′ s.t. Gaston Silva 6), Benassi 6.5, Vives 5.5, Baselli 6.5, Bruno Peres 6 (13′ s.t. Molinaro 5.5); Belotti 6.5, Immobile 7.5 (37′ s.t. Martinez s.v.). All.: Ventura.

ARBITRO: Angelo Cervellera (Taranto).

AMMONITI: Glik, Vives (T)

Livio Giannotta



© RIPRODUZIONE RISERVATA