Calcio

Terlizzi “scaricato” dal Trapani

Con una nota stampa la società fa chiarezza sulla vicenda
Christian Terlizzi
12 ago 2014 - 20:29

TRAPANI - Attraverso una nota stampa il Trapani Calcio ha posto la parola fine alla querelle sorta sul “caso Terlizzi”. L’esperto difensore, sotto contratto con i granata sino a giugno del prossimo anno, non era partito in ritiro con la squadra per una precisa scelta societaria. La questione é legata al contratto del giocatore considerato troppo oneroso.

Dopo una ridda di rumors e polemiche é arrivata la voce della società a far chiarezza sul futuro di Terlizzi a Trapani, evidentemente ormai segnato.Se un calciatore non rientra nei progetti della Società non vuol dire che sia inadeguato, né che abbia una forte personalità, né che vi siano motivazioni, anche di tipo economico, che possano determinare tale scelta. Semplicemente, una Società ed una squadra lavorano su un programma e su un progetto e per realizzarli scelgono gli elementi che ritengono più idonei alla loro riuscita”.

Nello specifico – prosegue la nota del Trapani – il tesserato Christian Terlizzi è stato ritenuto idoneo a portare avanti il progetto del Trapani fino all’ultima giornata della passata stagione, tant’è che ha fatto parte della rosa senza alcun problema, nemmeno nella gestione di quella che lui stesso definisce “forte personalità”, totalizzando ben 30 presenze, interrotte esclusivamente da turni di squalifica e qualche problema fisico, mentre non rientra nei piani del Trapani Calcio della stagione 2014/2015, che vengono definiti dall’intera compagine societaria”

“In quest’ottica la Società  nella persona del direttore sportivo Daniele Faggiano, ha richiesto a Terlizzi di non prendere parte alla preparazione pre-campionato e lo stesso Terlizzi ha aderito a tale richiesta. Qualunque altra motivazione addotta alla mancata convocazione del tesserato Terlizzi nel ritiro pre campionato è da ricondurre a chiacchiere, illazioni o tentativi di giustificazioni non richiesti, peraltro, da nessuno”.

Foto TrapaniCalcio.it

Commenti

commenti

Andrea Sessa



© RIPRODUZIONE RISERVATA