Calciomercato

Da Taormina indiscrezioni “svizzere” sul futuro del Catania

gala
25 ago 2015 - 16:37

TAORMINA - Grande l’entusiasmo ieri tra i presenti al gala del calciomercato all’hotel Villa Diodoro di Taormina. Coinvolti numerosi volti conosciuti nell’ambito del calcio e non. Qualche malumore per l’assenza al taglio del nastro di alcuni ospiti di spicco non presenti (su tutti Marotta e Oriali). Assenze che comunque non hanno pesato, a livello di soddisfazione, sul volto dei presenti.

Andiamo adagio. Abbiamo l’ambizione di diventare la sede, o una delle due sedi principali, del calciomercato“. Queste le parole del sindaco di Taormina Eligio Giardina, a testimoniare l’importanza che Taormina vorrebbe presto assumere in un contesto che ha visto per 65 anni Milano come unica protagonista, riproponendo il ruolo già nella prossima finestra di mercato invernale.

Nel corso della serata qualche commento pure in merito alla questione societaria del Catania. Presente infatti Renato Marletta, presidente dell’AIAC Catania, e legato ad una holding svizzera interessata a comprare la società catanese, nonostante la retrocessione e la penalizzazione da scontare nel prossimo campionato. “È vero, l’interesse c’è, è forte ed è rimasto immutato nonostante l’esito della sentenza di primo grado. Nelle ultime ore si è inserita pure un’altra cordata. Vedremo“.

Commenti

commenti

Giuseppe Macchi



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento