Calcio

Tabù trasferta sfatato. Il Catania “strapazza” il Varese

Abbraccio di squadra per il gol
2 apr 2015 - 23:25

VARESE - Finalmente il Catania assapora il gusto della vittoria in trasferta. Succede per la prima volta in questa stagione. La formazione rossoazzurra archivia la pratica Varese con un sonoro 0-3. La partita dello stadio Franco Ossola rilancia il Catania fuori casa, assicurando agli etnei la seconda vittoria consecutiva dopo la sofferta affermazione ai danni dell’Avellino. In questo caso, invece, pochi rischi corsi dalla squadra di Marcolin al cospetto di un avversario francamente modesto.

Partita equilibrata nei primi minuti di gara. I padroni di casa provano a mettere in campo maggiore corsa, ma il Catania è in partita, concentrato e determinato. Con il passare del tempo la squadra rossoazzurra prende in mano le redini del gioco, non limitandosi ad effettuare un possesso palla sterile ma servendo con una certa continuità gli attaccanti attraverso una manovra precisa ed efficace. Al 27’ il Catania costruisce la prima vera occasione da gol della partita. Pregevole la giocata che vede coinvolti Maniero e Calaiò, Castro beneficia del pallone, avanza palla al piede ma, davanti al portiere, l’argentino conclude in pallonetto a lato.

È il preludio alla rete. Al minuto 38 Sciaudone serve in mezzo Castro, il ‘Pata’ colpisce di testa dalla breve distanza, poi arriva la deviazione di Maniero che non lascia scampo a Perucchini. L’ex attaccante del Pescara corre verso la panchina ad abbracciare mister Marcolin. Risponde subito il Varese con una conclusione di Zecchin che non impensierisce Terracciano, confermato a difesa dei pali nel 4-3-1-2. A pochi minuti dalla fine del primo tempo, ancora una buona occasione da gol per il Catania. Cross di Del Prete per la testa di Maniero, che colpisce ma la palla termina sopra la traversa. La stessa punta etnea si rifà nei secondi successivi. Azione costruita sull’asse Maniero-Calaiò, si apre un varco per Castro che entra in area e fulmina Perucchini consentendo al Catania di raddoppiare.

Tutto facile per il Catania e prima frazione di gara che si conclude tra i fischi del pubblico varesino che critica la prestazione della squadra di Bettinelli. Esultano, invece, i tifosi provenienti da Catania. Nei primi minuti della ripresa Odjer macchia la sua buona prestazione rimediando il secondo giallo per un fallo ingenuo. Il Varese prova a riaprire la partita ma al 18’ i tifosi rossoazzurri hanno un motivo in più per festeggiare, visto che i ragazzi di Marcolini continuano a premere sull’acceleratore e, in virtù di un assist di Sciaudone a beneficio di Calaiò, urlano per la terza volta il gol. Nello specifico il calciatore palermitano prende la rincorsa e, con una conclusione da fuori area, fa secco Perucchini. Rete di pregevole fattura messa a segno da Calaiò.

Soltanto al 20’ del secondo tempo i padroni di casa effettuano il primo tiro nello specchio della porta. Con Capezzi che calcia debole e centrale. Marcolin intanto era corso ai ripari mettendo dentro Escalante al posto di Castro. Cresce la spinta del Varese. Il neo entrato Forte vivacizza l’attacco, i biancorossi sono generosi ma non riescono a perforare l’attenta difesa del Catania. Capezzi e Zecchin tentano la fortuna con conclusioni da fuori, ma non bastano per cambiare le sorti di un incontro vinto meritatamente dal Catania. Risultato che avvicina sempre di più il Varese alla Lega Pro, mentre gli etnei rimangono terz’ultimi ma a quota 38 punti.

VARESE-CATANIA, TABELLINO PARTITA

MARCATORI: 38’ Maniero, 44’ Castro, 64’ Calaiò

VARESE (4-1-4-1): 1 Perucchini; 13 Fiamozzi, 5 Borghese, 14 Rossi, 2 Luoni; 21 Barberis (9’st Falcone); 24 Zecchin (33’st Cristiano), 15 Osuji, 28 Capezzi, 30 Culina; 17 Kurtisi (43’pt Forte). A disposizione: 22 Birighitti, 25 Simic, 3 De Vito,  32 Jakimovski, 18 Capello. Allenatore: Bettinelli

CATANIA (4-3-1-2): 22 Terracciano; 18 Del Prete (44’st Belmonte), 45 Ceccarelli, 5 Schiavi, 43 Mazzotta; 44 Sciaudone, 21 Rinaudo, 39 Odjer; 19 Castro (11’st Escalante), 9 Calaiò, 7 Maniero (40’st Jankovic). A disposizione: 12 Ficara, 26 Belmonte, 24 Capuano, 28 Parisi, 27 Jankovic, 25 Piermarteri, 14 Barisic, 34 Rossetti. Allenatore: Marcolini

Arbitro: Gianluca Manganiello di Pinerolo.

Ammoniti: Rinaudo, Odjer , Zecchin

Espulso: Odjer (doppia ammonizione)

Corner: 5 – 2

Commenti

commenti

Livio Giannotta



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento