Sociale

Il successo di DiveActive ad Acireale: sport a 360°

Il progetto per i diversamente abili ha concluso in maniera positivo l'evento di handbike e tandem
Tandem
29 set 2014 - 13:55

ACIREALE - La giornata di ieri è stata una festa per gli amanti dello sport. Attraverso il progetto DiveActive, i diversamente abili si sono sfidati in gare di handbike e tandem.

Con partenza da piazza Duomo ad Acireale, i partecipanti hanno gareggiato su un circuito percorso per otto volte, suscitando l’entusiasmo di coloro che hanno assistito alla competizione. Tra i curiosi erano presenti anche alcuni turisti, complici il fascino della manifestazione e la bella giornata.

Come in altre occasioni dell’idea DiveActive, l’evento ha dato la possibilità a persone con disabilità motorie di potersi cimentare in attività sportive praticate dai normodotati. Nello specifico, le due discipline di ieri corrispondono al ciclismo. L’handbike è sicuramente più noto per la visibilità avuta grazie al campione Alex Zanardi, che ha cominciato a praticare questo sport in seguito ad un incidente. Il tandem, invece, è riservato ai non vedenti. La loro pedalata è assistita dalla guida di un vedente che occupa la sella posteriore.

Ecco i vincitori:

Handbike

1) Ivan Messina
2) Luigi Palì
3) Giuseppe Garraffo
4) Martino Florio
5) Carmelo Barcella

Tandem

1) Gaetano Drago
2) Sebastiano Marano; Sebastiano Grasso
3) Giovanni Finocchiaro; Alessandro Amico
4) Camillo Tomarchio; Orazio Cavallaro

La Rocca

Per capire meglio cosa è DiveActive, ecco la spiegazione di Carmelo La Rocca (nella foto), presidente della Life Onlus, ente capofila del progetto: “Il nome stesso dell’associazione è l’acronimo di Life Improvement For Every single person (miglioramento della vita per ogni singola persona, ndr). Abbiamo l’obiettivo di rendere accessibili ai diversamente abili gli sport che praticano i normodotati. In primis le attività acquatiche, come l’apnea. Lo sport è importante ad aiutare e integrare i normo con chi non lo è, oltre a far emergere chi ha talento e può eccellere nello sport“.

Ma il progetto DiveActive e dell’associazione non si ferma alle attività sportive: “Ci premuriamo di divulgare e di migliorare quello che c’è nel territorio - continua La Rocca - Abbiamo un accordo con una compagnia inglese, la Seable, che è specializzata in viaggi per chi ha difficoltà motorie e visive. Questa compagnia ha scelto la Sicilia e noi. E porta spesso turisti facendogli fare il giro dell’isola“.

Commenti

commenti

Andrea Lo Giudice



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati

Lascia un Commento