Scherma

Stamattina al via le gare nazionali “Acireale 2016″

scherma
13 mag 2016 - 19:49

SANTA VENERINA -   Al PalaScherma di Linera a Santa Venerina, oggi è andato in scena il primo giorno di gare dei Campionati Italiani Giovani e Cadetti “Acireale2016”, che ha contato ben 170 partecipanti.

Gli atleti hanno iniziato a tirare dalle prime luci del mattino, con i gironi nelle categorie spada e sciabola cadetti, sia femminile sia maschile. 

Tra un fendente e l’altro ci si è anche ricavati il tempo per una conferenza, alla quale hanno preso parte il segretario generale della Federazione Italiana Scherma, Marco Cannella, il consigliere nazionale della Federazione Italiana Scherma, Vincenzo De Bartolomeo, il presidente del Comitato Regionale della FIS e presidente del Comitato Organizzatore dei Campionati “Acireale2016”, Sebastiano Manzoni, il vice presidente del Comitato Organizzatore dei Campionati “Acireale2016”, Antonio Belcuore, il sindaco di Acireale, Roberto Barbagallo, il vice sindaco di Santa Venerina, Giuseppe Fresta, il regista Guglielmo Ferro e il vice presidente di Federalberghi Nazionale, Nico Torrisi.

 La conferenza, moderata dal Capo Ufficio Stampa della FIS, Giorgio Caruso, è stata l’occasione per discutere vari argomenti. Il primo intervento è stato quello del regista Guglielmo Ferro, che lunedì in Piazza Duomo ad Acireale, metterà in scena lo spettacolo da lui realizzato dal titolo, “Verso Rio… Il sogno olimpico della Sicilia”.

Lo spettacolo di lunedì vuole essere un omaggio alla parte migliore della Sicilia. Abbiamo pensato di farlo aprire ai due paladini Orlando e Rinaldo, con il loro duello introduciamo la serata. Il duello che diventa sport. La scherma ha reso onore alla nostra terra. E allora sarà un omaggio alla scherma”.

 “Siamo felici di concretizzare a Santa Venerina il percorso iniziato mesi fa – ha esordito invece Giuseppe Fresta - accogliere tutte queste persone è una cosa che ci riempie di gioia e per questo ringraziamo Sebastiano Manzoni. Ben vengano eventi di questo genere, e ci auguriamo che questi tre giorni possano regalarci dei giovani campioni per il futuro”.

Riteniamo eventi come questo – continua Roberto Barbagallo – fondamentali per il nostro territorio. Siamo fieri, insieme al Comune di Santa Venerina, di ospitare questo evento, perché la scherma è uno sport che ha dato alla nostra città un respiro internazionale

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA