Calcio

Squadre siciliane: dalla prossima settimana si fa sul serio

Calciomercato
12 giu 2016 - 16:10

 

Oggi si chiude una settimana di studio per tutte le squadre siciliane, da domani si inizia a fare sul serio. Palermo, Trapani, Catania, Messina, Siracusa e Akragas: 6 squadre e tanti movimenti di mercato interessanti e tasselli societari da ultimare. Tirando le fila del discorso, si parla di campagna abbonamenti, quote societarie, toto-allenatore e calciatori da tesserare o da mantenere. Vediamo, squadra dopo squadra, cosa sta accadendo.

  • Dopo avervene parlato dettagliatamente ieri, ci sono altre novità in casa Palermo, che sarà di Maurizio Zamparini ancora per poco: la notizia del giorno infatti è sicuramente l’interesse di una cordata cinese, che pare si stia facendo spazio tra le altre, per una futura acquisizione delle quote societarie. Zamparini intende cedere il Palermo quanto prima possibile, ma la trattativa non è ancora partita: si aspetteranno i prossimi giorni. Certo è però che l’interesse dei magnati cinesi è di entrare nel mondo del calcio a puro scopo commerciale. L’acquisizione porterebbe Zamparini ad una nuova carica di presidente onorario per un paio d’anni, prima dell’uscita di scena definitiva. Mercato: i rosanero intendono scegliere il proprio centravanti per la nuova stagione. Alberto Gilardino è il candidato più vicino alla maglia numero 9, amato dal pubblico e perno fondamentale la scorsa stagione per la salvezza ottenuta all’ultimo respiro. Se dovesse anche lui partire, si punterebbe al lancio di due giovani di forte prospettiva: Norbert Balogh, ungherese classe ’96 e pupillo del presidente Zamparini, o Ilija Nestorovski, il 26 enne prelevato dall’Inter Zapresic. 
  • È passato pochissimo tempo dall’atroce delusione per la mancata promozione in A, il Trapani però non demorde e si mette subito a lavoro per mantenere i suoi talenti e fare una squadra competitiva anche per il prossimo anno. Il primo importante tassello, al quale il diesse Faggiano si sta già muovendo, è quello di mantenere Serse Cosmi in panchina. Dopo di che si passerà alla rosa: Petkovic, ex Catania, è esploso questa stagione ed è fortemente corteggiato dalla Juventus, che potrebbe acquistarlo e girarlo in prestito a qualche società di A o B per farlo crescere ancora. Scozzarella ed Eramo dovrebbero restare, così come Scognamiglio, Daì e Nicolas Citro, il calciatore più prolifico dei granata andato a segno anche nella finale di ritorno dei play-off, nonostante l’Empoli sia interessato a lui. Coronado piace molto al Chievo, mentre il Siracusa tenterà l’assalto per Montalto. Perticone è vicino al rinnovo.
  • Pietro Lo Monaco è molto attivo in casa Catania: dopo aver annunciato la penalizzazione di -1 inflitta per il mancato pagamento degli stipendi, la campagna abbonamenti partirà nel giro di qualche settimana a prezzi popolari con l’intenzione di riavvicinare i tifosi rossazzurri alla società. Questione di ore per il nome dell’allenatore che guiderà il Catania la prossima stagione: il nome forte adesso è quello di Carmine Gautieri, ma la pista più allettante è quella che porta a Roberto De Zerbi. Oltre ad essere interessante, è anche l’opzione più complicata ma sicuramente maggiormente gradita dai tifosi che hanno fantastici ricordi del loro vecchio numero 10. La prossima settimana sarà quella cruciale per i primi nomi che comporranno la rosa etnea: Lo Monaco ha annunciato che non tornerà Terracciano in quanto giocherà alla Salernitana come da contratto (prestito biennale); per Odjer invece bisognerà aspettare entro la fine del mese per capire se i campani riscatteranno o meno il calciatore, che ha anche richieste in A. Il ritiro si svolgerà a Torre del Grifo e verrà poi spezzettato da varie amichevoli che il Catania giocherà in trasferta.
  • Valerio Bertotto: questo l’allenatore che, salvo complicazioni, guiderà il Messina la prossima stagione. Il tecnico ex Pistoiese ha superato Antonio Venuto, autore di una sorprendente stagione in D con le Due Torri. L’ingaggio di Vittorio Tosto come nuovo direttore sportivo ha dato un’accelerata importante al mercato peloritano: a breve verrà annunciato il nuovo staff medico, mentre si valuta Fiuggi (Frosinone) come sede del ritiro estivo. I peloritani aspettano il nome del nuovo allenatore per tuffarsi sul mercato.
  • Il Siracusa di Sottil, fresco di promozione in Lega Pro, sembra già avere le idee chiarissime: il tecnico azzurro vorrebbe tenere a tutti i costi il terzino Marghi, mentre partirà l’assalto a Montalto e Torregrossa del Trapani, che hanno entrambi vestito la maglia del Siracusa in passato. Al di là di questo, i siracusani hanno già scelto una data per l’inizio e la fine del ritiro estivo, dal 19 luglio al 3 agosto, e come sede Palazzolo Acreide. Se ci dovesse essere qualche imprevisto, Zafferana è l’alternativa. Resteranno Davide Baiocco, Dezai, Catania, Giordano e Dentice.
  • L’Akragas può contare su Marcello Giavarini: l’azionista di maggioranza torna a rilasciare delle dichiarazioni e conferma l’iscrizione del Gigante in Lega Pro. Giavarini però chiede al presidente Alessi e agli azionisti minori di fare la loro parte, poiché il campionato di terza serie ha un costo pari a 2 milioni di euro circa. Non si parla ancora di mercato, anche se non ci sarà quasi sicuramente la possibilità di riavere il giovane Andrea Di Grazia: il “Dybala della Lega Pro” tornerà al Catania e sarà al centro del progetto di rilancio rossazzurro.

Gabriele Paratore



© RIPRODUZIONE RISERVATA