Evento

“Sport e legalità”, al via la settima edizione

cus_catania7164
8 ott 2015 - 12:16

CATANIA - Tutto pronto per la settima edizione di “Sport e Legalità”.

Il progetto – ideato da Ignazio Russo, responsabile della rassegna – vedrà impegnate le delegazioni delle 17 scuole aderenti al progetto (“Pestalozzi”, “Coppola/De Santis”, “Fontanarossa”, “Dusmet-Doria”, “Rodari-Nosengo”, “Maiorana”, “Vittorini”, “Da Vinci”, “Falcone/Verga”, “Da Feltre”, “Tempesta”, “Calvino”, “Leopardi”, “Cardona”, “Carducci”, “Purrello” e “San Giorgio”) e i rappresentanti di tutte le Forze Armate e dell’Ordine (Vigili del Fuoco, Capitaneria di Porto, Forestale, Esercito, X Rep. Mobile Polizia di Stato, 41° Stormo, Guardia Di Finanza, Maristaeli, Polizia Municipale, Base Aeromobili Guardia Costiera, Carabinieri Nesima) in una serie di “performance” sportive indirizzate alla diffusione della cultura della legalità.

100_2461

L’evento, ospitato dal Cus Catania del Presidente Luca Di Mauro, prevede anche la partecipazione della Polizia Postale guidata dal comandante La Bella, per una serie di incontri didattico/formativi che si svolgeranno durante l’anno scolastico e che avranno il precipuo scopo di affrontare i temi dei reati di violenza del bullismo e del cyber bullismo.

Più appropriato, dunque, parlare di “percorso”, un impegno che accompagnerà le scuole durante l’anno scolastico, e che prevede l’assegnazione di borse di studio (che avverrà tra ottobre e dicembre) agli studenti più meritevoli.

Tantissime iniziative saranno rivolte anche a favore dei diversamente abili e dei giovani dell’Istituto Penitenziario Minorile Bicocca, grazie soprattutto all’imminente protocollo d’intesa che verrà siglato dal penitenziario di concerto col Cus Catania e il Panathlon Catania.

100_2464

 “Sono estremamente soddisfatto per quanto emerso nella riunione odierna – commenta Russo -. Quest’anno ‘Sport e Legalità’ potrà contare sull’adesione di 5 nuove scuole medie inferiori e riguarderà non solo i quartieri cittadini a rischio ma anche comuni del comprensorio quali Aci Castello, San Gregorio, Gravina e San Pietro Clarenza. In tutto ciò – prosegue – contiamo di mettere a disposizione degli studenti ben 40 borse di studio, che si aggiungerebbero alle 250 dal valore di 52.000 euro già stanziate in passato grazie al supporto di associazioni benemerite, enti finanziari, enti di promozione e privati che ci hanno accompagnato in questi anni. In questo quadro – conclude il responsabile della rassegna – non può che onorarci la partecipazione di tutte le Forze Armate e dell’Ordine a testimonianza della valenza di un progetto che da ben 7 anni fa dell’educazione alla legalità un obiettivo da perseguire con costanza e dedizione”.

Commenti

commenti

Marco Bua



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento