Calcio

Spettacolo e gol, ma il Palermo conosce il sapore amaro della sconfitta

Foto: palermocalcio.it
Foto: palermocalcio.it
11 gen 2015 - 18:42

FIRENZE - Palermo sconfitto ma che esce a testa alta dal Franchi. Rosanero piegati dalla Fiorentina con un pirotecnico 4-3. Interrotta la lunga striscia di risultati positivi per il Palermo, mentre i viola riassaporano il gusto della vittoria riscattando immediatamente la sorprendente sconfitta di Parma. Pronti, via ed è subito la formazione siciliana ad andare vicina al gol. Lo fa con Belotti, che rileva Dybala, infortunatosi nel riscaldamento. Risponde la Fiorentina con Gomez, che mette dentro sfruttando abilmente un cross di Pasqual ma la posizione è irregolare, l’arbitro annulla la rete per fuorigioco. I siciliani tengono testa alla Fiorentina ma, con il passare dei minuti, la Fiorentina cresce.

Al 19’ Sorrentino rischia di farsi superare respingendo a fatica un pallone. Pochi istanti dopo nulla può sullo splendido rasoterra di Pasqual. Conclusione imparabile effettuata dall’esterno sinistro viola che indirizza la palla nell’angolino a seguito di un assist di Mati Fernandez. Il Palermo tenta la reazione ma è sempre la Fiorentina a costruire le migliori occasioni da gol nel primo tempo. Al 24’ incredibile traversa di Borja Valero con un delizioso “cucchiaio”, ancora più sorprendente l’errore sotto porta di Gomez che si divora il tap-in da posizione favorevolissima. Al minuto 34 grande parata di Sorrentino, bravo a respingere d’istinto il destro di Borja Valero. Poco prima dell’intervallo ancora un legno colpito dalla Fiorentina, stavolta ad opera di Pizarro.

Nel corso della ripresa i padroni di casa continuano a spingere, il loro atteggiamento viene premiato con il 2-0 al 52’. Autore del gol Basanta, che approfitta di un momento di confusione nell’area di rigore rosanero. Sembra andare tutto a gonfie vele per la Fiorentina, invece il Palermo capisce che non è il momento di arrendersi ed accorcia le distanze. Merito del neoentrato Quaison, che su assist di Belotti non può sbagliare a porta vuota. Sbanda paurosamente la difesa viola, troppo sicura di sé. I rosanero capiscono che la retroguardia avversaria è perforabile e premono sull’acceleratore. Così Quaison, ancora una volta, beffa la Fiorentina non sbagliando a tu per tu con Tatarusanu.

È il gol del 2-2. Esultano i tanti tifosi palermitani presenti a Firenze che sognano un grande risultato. In realtà devono fare i conti con la “rabbia” viola, capace di tradursi nel giro di pochi minuti nel nuovo vantaggio fiorentino. Un cross perfetto di Pasqual dalla sinistra trova Cuadrado pronto alla deviazione vincente al 65’. Diciamo che se la difesa fiorentina lascia a desiderare, quella del Palermo non è affatto da meno. La partita però è vibrante, entrambe le squadre si affrontano a viso aperto dando priorità al bel gioco, senza mai lesinare sforzi. Sforzi che al 74’ premiano Joaquin.

A difesa del Palermo schierata, Joaquin preferisce fare tutto da solo e la scelta di concludere con un terrificante destro a giro si rivela felice. Palla sotto l’incrocio ed è impossibile per Sorrentino intervenire. Il match continua però a riservare emozioni. Il Palermo attacca a testa bassa, vuole riaprire la gara e riesce nell’intento beneficiando di un calcio di rigore per fallo di Basanta ai danni di Belotti. Lo stesso attaccante rosanero trasforma il penalty. Adesso la Fiorentina privilegia la fase difensiva, stringe i denti mentre il Palermo si riversa sistematicamente nella metà campo avversaria. Al 93’ esatto, però, non c’è più tempo per pareggiare. Palermo sconfitto ma che conferma di attraversare un ottimo momento di forma, giocando senza timori reverenziali al cospetto di un avversario di notevole spessore tecnico.

FIORENTINA-PALERMO, TABELLINO E PAGELLE:

Marcatori: 20′ Pasqual (F), 51′ Basanta (F), 58′ Quaison (P), 62′ Quaison (P), 66′ Cuadrado (F), 74′ Joaquin (F), 79′ Belotti rig. (P)

Fiorentina (3-5-2): Tatarusanu 5.5, Tomovic 6, Basanta 6.5, Alonso 6.5 (75′ Richards 6); Joaquin 7.5, Mati Fernandez 6.5 (88′ Vargas s.v.), Pizarro 6, Borja Valero 7, Pasqual 7; Cuadrado 7 (82′ Kurtic s.v.), Mario Gomez 5. All. Montella.

Palermo (3-5-2): Sorrentino 6-, Munoz 5.5, Gonzalez 5.5, Feddal 5.5; Morganella 6, Rigoni 6 (81′ Bolzoni s.v.), Maresca 6 (52′ Quaison 7.5), Barreto 6.5, Lazaar 5.5 (63′ Emerson 5.5); Vasquez 5.5, Belotti 7. All. Iachini.

Arbitro:  Mazzoleni di Bergamo

Ammoniti: Rigoni (P), Tomovic e Borja Valero (F)

Commenti

commenti

Livio Giannotta



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento