News

Sottil: “A Siracusa ho dato il massimo, ora voglio vincere. Mi piacerebbe allenare il Catania”

sottil
15 giu 2017 - 10:42

CATANIA - Si parla di Palermo, poi di Trapani e adesso spunta fuori anche il nome del Catania: parola di Andrea Sottil, che al momento è alla ricerca di una panchina che lo possa portare in cadetteria come i suoi colleghi Grassadonia (andato alla Pro Vercelli) e Calabro (vicina la firma con il Carpi). Per i rossazzurri, però, Sottil avrebbe potuto fare un’eccezione.

Come si legge in un’intervista rilasciata per I Am Calcio, all’ex tecnico del Siracusa piacerebbe molto allenare il Catania per riportarlo in Serie B visto il forte legame che ha con la piazza etnea. Per lui sarà Cadetteria o Serie C, alla guida di una squadra che sia attrezzata per vincere il campionato: “Al Siracusa credo di aver dato il massimo. Ho rifiutato qualche proposta ma il mio obiettivo, oltre la Serie B, è quello di allenare una squadra in C che possa battere tutte le altre compagini, che miri alla promozione. Voglio fare carriera come allenatore, così come l’ho fatta da calciatore” dice Sottil.

L’ex difensore ha definito Catania come una piazza dalle grandi tradizioni. I rossazzurri devono giocare per vincere il campionato. L’organico è di quelli importanti, non conosco le dinamiche interne ma sono certo che il direttore Lo Monaco allestirà una squadra competitiva e pronta al salto di categoria”.

In effetti, un contatto tra Sottil e l’ad del Catania Pietro Lo Monaco c’è stato ma le strade non sembrano essere coincise: “Vorrei allenare il Catania, mi piacerebbe. Conosco bene l’ambiente, è meraviglioso. Mi sono confrontato con Lo Monaco, probabilmente poi il direttore avrà fatto la sua scelta. Non so, sui giornali vedo che il nome caldo ed ideale per i rossazzurri è quello di Lucarelli. Chi non vorrebbe sedersi su una panchina che rimane d’élite a prescindere dalla categoria?”.

 

Commenti

commenti

Gabriele Paratore



© RIPRODUZIONE RISERVATA