Lega Pro

Siracusa, arriva il secco tris del Foggia: 3-0 allo “Zaccheria”

1483002913276
29 dic 2016 - 18:35

FOGGIA – Una sconfitta pesante per chiudere il 2016 aretuseo: finisce 3-0 allo Zaccheria tra Foggia e Siracusa. Gara controllata quasi sempre dai padroni di casa, andati a segno con Coletti, Agnelli e Mazzeo.

Questo il 4-2-3-1 schierato da Sottil: Santurro; Brumat, Giordano, Pirrello, Dentice; Toscano, Spinelli; Cassini, Catania, Valente; Scardina.

Partenza subito spedita dei padroni di casa con Maza e Riverola che non sfruttano l’occasione. Al 12′ traversa del Siracusa con Valente: il centrocampista aretuseo viene liberato grazie ad uno schema da calcio d’angolo e centra in pieno il legno. I bolidi di Mazzeo e Chiricò non spaventano Santurro che è prodigioso in entrambe le occasioni. Al 30′ il buon Siracusa crolla e Coletti trasforma una punizione dove stavolta il portiere aretuseo è colpevole di non aver bloccato saldamente la sfera, facendosela scappare. Quattro minuti più tardi, dall’1-0 si passa al raddoppio: nonostante Catania in contropiede avesse creato un grosso grattacapo al Foggia, Agnelli sfrutta la ribattuta sul palo di Mazzeo e come un treno mette dentro il 2-0. Siracusa sotto choc dopo l’uno-due determinante e al 42′ Maza rischia di triplicare con lo scavino a Santurro ma la palla termina sopra la traversa. Poi una serie di cartellini gialli a fine primo tempo: sanzionati per il Foggia Chiricò mentre per il Siracusa Valente, Cassini e Spinelli. Primo tempo coraggioso dei biancoazzurri che però si sono arresi alla corazzata foggiana.

Nella ripresa Foggia ancora pericolosissimo in contropiede con Riverola che, però, sbaglia il passaggio per Chiricò. Al 52′ arriva il tris di Mazzeo: prima Chiricò conclude splendidamente sulla destra, Santurro vola ma non basta perché Riverola raccoglie, serve l’attaccante foggiano che in scivolata non sbaglia e trafigge per la terza volta la porta difesa dal portiere aretuseo. Emanuele Catania al 62′, a tu per tu con Guarna, ha l’occasione di riaprire il match ma si fa ipnotizzare. Regna poi l’equilibrio con un gioco spezzettato dalle sostituzioni: il Foggia amministra la partita e il Siracusa, con un pesante passivo, non riesce a creare occasioni. Al 78′ c’è un’azione insistita dei satanelli, Agnelli però viene bloccato dalla difesa siracusana. Per il resto del match non c’è nient’altro da segnalare se non le continue offensive dei foggiani e i pochi tentativi degli ospiti dalla bandierina.

Si chiude dunque con una sconfitta il buon 2016 del Siracusa, che resta a 27 punti in prossimità della zona playoff. Continua invece la scalata del Foggia per le prime posizioni della graduatoria.

Gabriele Paratore



© RIPRODUZIONE RISERVATA