Volley

Si rialza Tremestieri. Il crollo per Siracusa e Marsala

Sigel 1-12-2014
15 feb 2015 - 09:44

Catania - Si rialza l’Orizzonte Tremestieri, dopo le due sconfitte consecutive rimediate negli ultimi due turni di campionato, a salvezza matematicamente già raggiunta, maturando una vittoria tra le mura di casa contro l’Acca Montella.

Rialzarsi di nuovo oggi, per riaccendere le speranze di giocarsi una possibile promozione in A2, era l’imperativo categorico delle ragazze di mister Scavino, che non hanno deluso le aspettative dei propri tifosi accorsi nel freddo palazzetto di Pedara.

Tremestieri parte subito alla grande, contro una sua diretta rivale nella scalata della classifica, infatti le ragazze sono concentrate e attente nel non sbagliare troppo in difesa. Il primo set è giocato in scioltezza dalle etnee, che mettono al palo le irpine, tant’è che dopo il primo time-out il punteggio parla chiaro: 8-2.

Il vantaggio si mantiene ampio sulle avversarie grazie al solido muro del trio in attacco e alle continue offensive che vengono effettuate sulla scia di una ritrovata sicurezza, smarrita soprattutto dopo l’ultima batosta rimediata fuori casa contro Terracina. Il divario cresce e al secondo time-out il parziale è di 16-8.

Il set si chiude poi in tranquillità con il comodo punteggio di 25-18 per le catanesi. La pausa tecnica tra il primo e il secondo set non sottrae attenzione al Tremestieri che cerca di riprendere in mano il filo del gioco martellando le avversarie con continui ed efficaci attacchi da parte di Oliva e compagne, ma le irpine non si arrendono e dopo l’iniziale sofferenza si rifanno sotto fino al fatidico 23 pari.

La situazione è molto delicata, ma con tenacia e sacrificio l’Orizzonte tiene botta e riesce a portare a casa anche il secondo set con il punteggio di 29-27. Il terzo set sembra essere inizialmente una fotocopia del primo con l’Acca Montella che risponde colpo su colpo, ma il pubblico con la sua spinta riesce a spegnere le flebili energie rimaste alle ospiti, che ritirano definitivamente i remi in barca e così l’Orizzonte Tremestieri riesce a concludere il set con il comodo punteggio di 25-19. Le statistiche a fine gara dimostrano con i numeri la buona prestazione delle etnee infatti dei 121 attacchi: 11 muro, 45 attacchi diretti, 5 ace. Tremestieri si porta ora a 24 punti a sole 3 lunghezze dal terzo posto in classifica.

Disfatta per la Sigel Marsala che dopo la pausa forzata della scorsa settimana, a causa dell’esclusione del Brindisi dal campionato, gioca in Puglia in casa del Demo. Co.s Cutrofiano.  Le siciliane vogliono riscattare la sconfitta dell’andata e vincere oggi sarebbe significato ribadire la propria candidatura come seria pretendente ad occupare le zone alte del girone D.

Al Palacesari la Sigel mostra però disattenzioni in campo che non le consentono di arrivare oltre i 15 punti nel primo set. Il secondo parziale però è tutta un’altra storia perché le marsalesi ritrovano la propria grinta e con un ottimo vantaggio riescono a chiudere tranquillamente il secondo parziale 25-17, tra la meraviglia del pubblico che vede praticamente invertiti i risultati dei primi due parziali.

La partita però si complica per le trapanesi che nella terza frazione si lasciano sfuggire la situazione e a causa di molti errori, difficilmente comprensibili visto il gioco sviluppato in precedenza, chiudono il terzo set con un pesante passivo di 9 punti. Nel quarto e ultimo set si assiste a una grande prova di orgoglio di Marsala che però, malgrado i grandi sforzi profusi, lascia il set (27-25) e il match alle salentine. La Sigel occupa, dopo la partita di oggi, il settimo posto in classifica a 22 punti a pochissimi punti di distacco dalle posizioni che contano.

Per l’ Holimpia Siracusa è l’ennesima sconfitta di una stagione deludente che la vede occupare stabilmente, anche dopo l’incontro di oggi, l’ultima posizione in classifica a 3 punti. Non aiuta di certo il calendario che in questa giornata le ha posto contro una squadra molto in forma la quale ha tra l’altro, settimana scorsa, riportato in casa una grande vittoria sul Tremestieri.  Comunque resta un campionato con un intero girone di ritorno da onorare, e Siracusa vorrebbe ancora raccontare la sua.

Ma la carenza cronica dimostrata finora nei fondamentali si rivede anche oggi e già dal primo set, momento in cui si assiste a molti errori in fase di difesa e costruzione del gioco. Terracina ha così vita facile e riesce agevolmente a chiudere la pratica Holimpia agevolmente. Nell’arco di poco più di un’ora le laziali riescono a portare a casa il risultato con un netto 3-0 grazie al punteggio di 16-25, 14-25, 15-25.

Commenti

commenti

Luca Mazzeo



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento