Pallanuoto maschile

Sgambetto alla 7 Scogli e alla Te.Li.Mar.: i derby siciliani vanno alle catanesi

Item Nuoto Catania
9 apr 2016 - 18:35

La Nuoto Catania rovina la festa alla 7 Scogli: il successo degli etnei non permette agli avversari di raggiungere il secondo posto in classifica in serie A2 girone Sud di pallanuoto. Il tutto a vantaggio del Civitavecchia, che esce sconfitto dall’”aliena” Roma Nuoto, autrice di un campionato a sé. Importantissimo anche il successo della Muri Antichi sulla Te.Li.Mar.: punti preziosi raccolti in chiave salvezza, che consentono l’allungo sulle dirette inseguitrici, complice lo scontro diretto tra Roma 2007 e Promogest, con la vittoria di quest’ultima.

Una beffa per la 7 Scogli, nonostante il buon inizio e il fattore casa a favore. Nel primo tempo, in tre minuti va sopra di due reti, prima di farsi rimontare dagli ospiti. Ma la zampata di Zovko nei secondi finali fa ben sperare. Tuttavia, nel secondo periodo viene fuori la Nuoto Catania, complice una prestazione superlativa di Torrisi G., autore di tre reti. Il 2-4 piega le gambe alla 7 Scogli, che nel terzo tempo deve arrendersi nuovamente per 1-3. Sotto di tre lunghezze complessive, i padroni di casa tentano il tutto per tutto nell’ultimo quarto. A beneficiarne è lo spettacolo: dopo il vantaggio della Nuoto Catania, i siracusani ribaltano il risultato. Poi, però, è un continuo batti e ribatti, che ferma il parziale sul 3-3 e consente ai catanesi di portare a casa la vittoria per 9-12.

Riprende ossigeno, invece, la Muri Antichi, che, dopo la sconfitta della scorsa settimana, si rilancia in chiave salvezza con la vittoria sulla Te.Li.Mar.. Una sfida tirata fino alla fine, con il primo tempo portato a casa con grinta dagli etnei per 2-1. E sono sempre i padroni di casa ad allungare, grazie alla rete di Paratore G., che consente di chiudere sull’1-0 il parziale. Nel terzo periodo, però, viene fuori bene la squadra ospite, che, dopo aver subito il gol avversario, va a segno tre volte consecutive. Sul risultato di parità si va all’ultimo quarto, quello decisivo. In vasca è una vera lotta, e alla marcatura di Trebino per gli ospiti, la Muri Antichi risponde con tre reti consecutive. Nel finale la Te.Li.Mar. va ancora a segno e tiene aperta la sfida. Ma alla fine la vittoria è della Muri Antichi: 7-6.

 

Andrea Lo Giudice



© RIPRODUZIONE RISERVATA