Calcio

La settimana delle siciliane: il ritiro è alle porte, al via la campagna abbonamenti. Ma il mercato…

La settimana delle siciliane
10 lug 2016 - 12:43

Oggi è il 10 luglio, raggiungiamo quasi la metà del mese: il tempo passa velocemente, ritiri che stanno per iniziare, staff tecnico al completo, campagne abbonamenti grosso modo partite, ma mercato che non decolla ancora. 

Quest’ultimo era il tema della scorsa domenica, “mercato, questo famoso sconosciuto” che non porta ancora new entry nell’organico delle siciliane. Andiamo a vedere però, squadra per squadra, le notizie più importanti della settimana.

  • A parte la presentazione delle maglie al teatro Massimo, con un giorno d’anticipo rispetto alle previsioni iniziali, in casa Palermo ci sono veramente poche novità esaltanti. Stasera il raduno in Friuli per partire alla volta di Bad Kleinkirchheim, località del ritiro estivo: agli ordini di Ballardini, tra i convocati, risulta esserci Franco Vazquez che verrà ceduto con ogni probabilità agli spagnoli del Siviglia del nuovo tecnico Sampaoli, sembra battuta quindi la concorrenza del Milan per l’argentino. Un addio amaro quello di Alberto Gilardino: il centravanti, determinante per la salvezza dei rosa, è passato ufficialmente all’Empoli ma non per sua volontà, “qui non mi volevano davvero” dice l’ex campione del mondo. Delusi e arrabbiati i tifosi che sperano adesso in un colpo in attacco per sostituire il Gila. Patata bollente al ds Rino Foschi, tornato alla corte rosanero dopo otto anni di lavoro con Maurizio Zamparini, che dovrà trovare un regista a centrocampo, una punta prolifica e un portiere esperto. Nessun colpo in entrata al momento, timido interesse per il centrale difensivo ex Catania Norbert Gyomber, si cerca il talentino ecuadoriano Angulo: accostato a Cavani come doti tecniche, l’attaccante classe ’95 ha realizzato 10 goal in 24 presenze e con l’Independiente del Valle ha sconfitto il Boca Juniors nella semifinale d’andata di Copa Libertadores. Vicino, secondo quanto dichiarato da Zamparini, un accordo con imprenditori esteri per un nuovo stadio ed un centro sportivo. Il 6 agosto, intanto, ufficiale l’amichevole di lusso al Renzo Barbera contro i francesi del Marsiglia.
  • Semplicemente Unica, come la nostra squadra, la nostra passione, la nostra terra”: questo lo slogan per la nuova campagna abbonamenti del Trapani. I tifosi granata potranno abbonarsi a partire da domani con prezzi invariati rispetto alla scorsa stagione. Nuovi volti in società: Alessandro Longo è il nuovo tecnico della primavera e responsabile del settore giovanile, mentre Andrea Bernardelli è stato nominato nuovo segretario generale del club. Partiti i lavori per il nuovo “tunnel a colori” del Provinciale nell’ambito di un progetto di riqualificazione dello stadio. Molto attivo il ds Faggiano sul mercato, sia in entrata che in uscita: il difensore Scognamiglio è stato ceduto ufficialmente al Pisa e come sostituto si valuta il centrale del Bari Ligi. L’estremo difensore Nicolas è in uscita e in tal senso interessa Farelli dell’Avellino, pronto per rilanciarsi la prossima stagione e quindi con forti motivazioni. Arrivato in Sicilia anche Luigi Canotto, esterno ex Melfi che ha firmato un biennale. Il 22 enne è “molto contento di far parte di questa grande famiglia. Ce la metterò tutta per fare bene. Non conoscevo la città di Trapani, visitandola posso dire che è bellissima”. Dal Floriana FC, squadra maltese dalla quale è arrivato Igor Coronado, si trasferisce al Trapani il classe ’92 Matteo Piciollo e verrà inserito nell’elenco dei convocati di Serse Cosmi (che è stato eletto come allenatore della Top 11 della scorso campionato di B) per il ritiro di Spiazzo il 12 luglio. Intanto, il mister Di Gaetano ha detto addio alla società granata con una commovente lettera dedicata a tutto l’ambiente di Trapani (leggi qui). Ecco qui invece lo spot della campagna abbonamenti dei granata:

  • In casa Catania aleggia l’incubo di una nuova penalità: il -1 è ufficiale a causa del deferimento della Figc alla società etnea, adesso si spera di risolvere con il Racing il caso Castro che comporterebbe altri 6 punti di penalizzazione. Mercoledì 7 è stato presentato il nuovo staff tecnico, tra cui spiccano Marco Onorati come preparatore dei portieri e Marco Nastasi come preparatore atletico, e il Main Sponsor Domusbet. In chiave mercato si aspetta la prossima settimana per annunciare il ritorno di Marco Biagianti e l’arrivo di Urban Zibert dell’Akragas. Ufficiali le rescissioni contrattuali di Desiderio Garufo, andato al Parma, e di Carlo Pelagatti che potrebbe andare al Cittadella, neo promosso in Serie B. Interessano i terzini Nava, classe ’94 dell’Atalanta, e il giovane della Roma Alocic. Circola ancora il nome di Torregrossa per l’attacco, Caccavallo sembra ormai intenzionato a restare con la Salernitana, mentre in questi giorni è spuntato anche il nome di Mazzeo del Benevento. Si attende giorno 16 per la presentazione a Palazzo dell’Università, ma a Lo Monaco piacerebbe avere per quel giorno la squadra già al completo presentandola ai tifosi in Piazza Duomo. 
  • Il Messina in questi giorni, in compagnia dell’Akragas, ha avuto dei problemi in merito alle polizze amministrative per l’iscrizione al campionato di Lega Pro: dopo la rinuncia di Lanciano e Martina Franca, l’ambiente peloritano si è visto timoroso e preoccupato. Con un comunicato stampa di venerdì sera però, il Messina ha rassicurato i tifosi dicendo che “è stata emessa una nuova polizza fideiussoria assicurativa utile per la regolare iscrizione al prossimo campionato di Lega Pro”. Aleggia però la possibilità di un punto di penalità, emesso lo scorso anno al Benevento per lo stesso problema. Il mercato è fermo: le partenze di Tavares al Catanzaro e di Martinelli al Foggia (in questi ultimi minuti è arrivata l’ufficialità) lasciano la squadra messinese incompleta in vista del ritiro di Fiuggi, partito alle 18 di ieri: sono soltanto 13 i calciatori presenti, 10 invece quelli in prova. Sfumato Baclet andato al Cosenza, i tifosi adesso vogliono che il mercato in entrata inizi a prendere forma. Il tecnico Bertotto però si è visto fiducioso: “Pochi uomini? Ci vuole pazienza, i rinforzi arriveranno”.
  • Come dicevamo poc’anzi, anche l’Akragas ha avuto dei problemi con la fideiussione per l’iscrizione al campionato, ma Peppino Tirri ha assicurato che non ci saranno problemi e che tutto è stato risolto. Quest’ultimo, in merito all’affare Zibert con il Catania, è stato categorico: “Vendo un giocare come Zibert soltanto per calciatori di proprietà, non ci saranno prestiti e diritti di riscatto in questa trattativa, se andrà in porto”. Una dichiarazione che è piaciuta a molti tifosi akragantini che ritengono di aver ritrovato il vecchio Tirri che invece pensavano di aver perso. In chiave mercato il portiere Vono vola a Livorno, Ciro Capuano ha detto di aver ricevuto un’interessante offerta da parte dell’Akragas e sembrerebbe intenzionato, quindi, a restare ad Agrigento. Potrebbe arrivare Jorge Martinez, ex Catania e Juve: il calciatore uruguaiano intende chiudere la carriera in Italia. La sua sarebbe però soltanto una stagione di passaggio, perché pare che El Malaka voglia trovare la miglior condizione giocando all’Esseneto per poi ritornare al Catania, ma anche stavolta Tirri si fa sentire e dichiara di volere all’Akragas soltanto calciatori giovani che sappiano onorare la maglia biancoazzurra. Da non escludere però che l’operazione rientri nell’affare Zibert proprio con gli etnei.
  • Il Siracusa presenta la campagna abbonamenti, con costi tra i più bassi della Lega Pro: dai 60 euro della curva Anna, ai 120 della tribuna laterale, passando per i 150 della gradinata fino ai 220 euro delle tribuna Siringo. L’occasione è stata utile anche per le prime parole di Massimo Bandiera come direttore generale: “In questi giorni ho avuto modo di parlare con i tifosi e sono contento di aver scoperto che hanno perfettamente compreso la filosofia della società: aprire la porta dello stadio ai nostri sostenitori. Dopo 5 anni prendo il posto di un professionista che ho sempre stimato come Seby Galizia. Ma sono onorato di ricoprire questo ruolo in una società così blasonata”. La risposta dei tifosi infatti non è tardata ad arrivare: già 315 le tessere, le prelazioni ripartiranno domani. Il mercato non dice nulla di nuovo: il direttore Laneri ha confermato che saranno 8 i giocatori che hanno contribuito la scorsa stagione alla promozione in C a restare in terra siracusana. La rosa a disposizione di mister Sottil, che a giorni firmerà il rinnovo del contratto, sarà composta da 24 elementi, 12 senior e almeno 12 giovani. Intanto il difensore azzurro Vindigni ha così dichiarato al Gds: “Verrò riconfermato, resterò a Siracusa”. Notizia che invece ha fatto piacere a tutto l’ambiente giornalistico siciliano è la nomina di Massimo Leotta nella società aretusea: egli ricoprirà il ruolo di responsabile dell’ufficio stampa, sostituendo Lino Russo.

Gabriele Paratore



© RIPRODUZIONE RISERVATA