Calcio

La settimana delle siciliane: qualcosa si è mosso ma c’è tanto ancora da fare

L'ad Pietro Lo Monaco e Stefan Đorđević (25), nuovo acquisto rossazzurro. Foto di Sky Sport.
L'ad Pietro Lo Monaco e Stefan Đorđević (25), nuovo acquisto rossazzurro. Foto di Sky Sport.
19 giu 2016 - 16:46

Una settimana fa vi annunciavamo delle trattative e di alcune indiscrezioni di mercato riguardanti le sei squadre siciliane impegnate nei campionati di A, B e Lega Pro. Come previsto, in questi sette giorni qualcosa si è mosso: andiamo a vedere, squadra per squadra, cosa è successo.

  • Il Palermo, ve ne parlavamo ieri, è fortemente trattato da un gruppo cinese che acquisterebbe il 70% della società di Maurizio Zamparini e alla chiusura della trattativa pare stia insistendo anche il governo cinese, che preme per l’acquisizione di club calcistici di livello. Come mercato, tutto gira intorno a Vazquez: se non parte entro fine mese, i rosa non possono muoversi. Continua l’interesse del Milan nei confronti dell’argentino, ma c’è anche un’indiscrezione che parla di un’offerta da parte dello Jiangsu Suning che “El Mudo” avrebbe rifiutato. Oltre a quello di Embolo, di ritorno da Brescia, circolano soltanto alcuni nomi come Agazzi e Posavec, estremi difensori che potrebbero sostituire Stefano Sorrentino. Scozzarella del Trapani intanto lancia dei segnali al club rosanero, elogiando il tifo dei supporter palermitani e, tra l’altro, il calciatore ha mostrato voglia di mettersi in gioco nella massima serie già dalla prossima stagione. Il ritiro estivo del Palermo dovrebbe toccare anche quest’anno le tappe di Bad Kleinkircheim (Austria), Ponte di Legno e Storo (entrambe in provincia di Trento) ma durerà molto meno rispetto alla scorsa stagione: si ritornerà una settimana prima di ferragosto in vista degli impegni di Coppa Italia e, a seguire, di campionato.
  • Il Trapani continua con Serse Cosmi: mancava l’ufficialità che è arrivata a metà settimana. Con lui resta anche il ds Faggiano che si è già messo al lavoro per il mercato in entrata e in uscita. Il pezzo pregiato si chiama Bruno Petkovic: 10 milioni il costo del cartellino. Alcune società hanno già fatto qualche offerta, ma attualmente quest’ultime sono troppo basse rispetto al valore del talento croato. Coronado resiste alle avances del Chievo e non partirà. Acquistato il mediano Giuseppe Fornito, 21 enne, dal Messina. Un acquisto di prospettiva: il calciatore infatti ha disputato un’ottima stagione in terra peloritana ed è pronto ad una nuova sfida. Tra l’altro, il giovane cresciuto nel vivaio del Napoli ritrova mister Cosmi, che lo lanciò in cadetteria durante la sua esperienza al Pescara. In partenza invece il centrale difensivo Romano Perticone, che quasi certamente si trasferirà a Cesena, Scozzarella ha fatto delle dichiarazioni importanti verso Palermo, Nicolas Citro invece nella sua pagina Instagram ha pronunciato parole che molti hanno interpretato come un addio.

Messaggio instagram Nicola Citro

  • Ancora presentazioni in casa Catania: dopo Lo Monaco, sono stati presentati il nuovo direttore sportivo Christian Argurio, il responsabile dell’area tecnica Mario Marino e il responsabile del settore giovanile Alessandro Failla. La notizia più “clamorosa” è stata quella riguardante un ritorno di Jorge Vergara per l’acquisto del club etneo. Il mecenate messicano infatti sarà a Torre del Grifo il 29 giugno, ma ciò pare che non riguardi la trattativa tra lui e la società rossazzurra. Questione allenatore: sfuma ufficialmente Roberto De Zerbi che ha rinnovato con il Foggia. Il nome forte continua ad essere Carmine Gautieri, ma occhio ad Auteri e Bjelica, dei quali abbiamo recentemente delineato i profili e il modo di giocare a calcio. Il 15 luglio ci sarà il primo raduno e la conseguente convocazione dei calciatori, mentre il giorno successivo, il 16, ci sarà la presentazione della squadra all’Università. Chi scenderà in campo? Sicuramente Marco Biagianti, che al 99% ritornerà ad essere il capitano rossazzurro. Il play dell’Akragas, lo sloveno Zibert, resta un’idea, mentre per Odjer la Salernitana è disposta a pagare quanto serve per riscattare il centrocampista. La new delle ultime ore è l’acquisto del classe ’91 Stefan Đorđević, terzino serbo ex Stella Rossa e cresciuto nelle giovanili del Vojvodina. C’è però come interesse primario quello di regolarizzare i pagamenti degli stipendi, che entro il 24 giugno devono essere pagati (tre su quattro) per evitare un’ulteriore penalizzazione. Fino al 30 giugno invece l’iscrizione al campionato di Lega Pro.
  • Non vedo l’ora di iniziare, saluti Messina”: così Valerio Bertotto, nuovo tecnico del Messina che verrà presentato domani al Palacultura. Alla fine è stato preferito lui a Legrottaglie, ex Akragas. La linea che l’ex bandiera dell’Udinese intende adottare è abbastanza chiara: modello manageriale inglese. La flessibilità è nel suo credo, ma adesso deve fare i conti con la nuova squadra: non ci sarà infatti il centravanti Diogo Tavares, ceduto al Catanzaro. Giorgione invece ha deciso di rimanere in maglia giallorossa. Decisa anche la meta per il ritiro estivo: dopo aver effettuato un’attenta valutazione, sarà Fiuggi (Frosinone) la località dove i peloritani svolgerranno ai comandi di Bertotto la preparazione per il prossimo campionato di Lega Pro. I calciatori del Messina raggiungeranno il Lazio verso la metà di luglio.
  • In casa Siracusa, dopo aver presentato tutti i moduli necessari per l’iscrizione al campionato di terza serie, è ufficialmente tempo di mercato: il diesse Luneri infatti è pronto a presentare la prima offerta per Montalto, in forza al Trapani. Baiocco ha rinnovato per un anno, ma gli aretusei cercheranno di puntare molto su giovani come Tumminelli e Mistretta. Partirà martedì la campagna abbonamenti del club: previsti 100 posti in tribuna Siringo al costo di 1,000 euro. Ufficiale la sede di Palazzolo Acreide per il ritiro estivo che, ricordiamo, si svolgerà dal 19 luglio al 3 agosto. Ma arriva una notizia importante: c’è il cambio di denominazione in Siracusa Calcio Srl. Il nuovo sodalizio azzurro sarà composto dal presidente Cutrufo, dal suo vice e fratello Giancarlo e da Angello Zammitti. Modificato anche il logo.
Nuovo logo Siracusa Calcio

A sinistra il vecchio logo: si passa da “Città di Siracusa ASD” a “Siracusa Calcio”

  • Marcello Giavarini annuncia l’addio: la sua strada e quella dell’Akragas si separeranno. L’azionista di maggioranza mostrava già forte scontento per la mancata partecipazione da parte del presidente Alessi e degli azionisti minori. Adesso, per Giavarini, è troppo. Ad ogni modo, c’è la convenzione tra il Comune di Agrigento e l’Akragas per lo stadio Esseneto. Calciomercato: non si parla ancora di acquisti. Ceduto Muscat all’Arezzo: “Felice di essere stato un Gigante anch’io”, mentre Zibert è corteggiato dal Catania. Il ritiro si svolgerà proprio sotto le pendici dell’Etna: è stato scelto, infatti, il centro sportivo Torre del Grifo per la preparazione estiva.

Gabriele Paratore



© RIPRODUZIONE RISERVATA