Calcio

Nella settimana dell’addio di Zamparini, il Palermo sfida il Torino per continuare a sperare. Le probabili formazioni

Palermo
4 mar 2017 - 09:49

PALERMO - La settimana, che si chiuderà con la sfida al Torino di Siniša Mihajlović e di Andrea Belotti, sarà sicuramente ricordata per l’addio di Maurizio Zamparini. Il numero uno di Viale del Fante, con un comunicato pubblicato lunedì 27 febbraio sul sito Ufficiale dell’US Città di Palermo, ha ufficializzato le sue dimissioni da presidente del Palermo ed ha contestualmente annunciato che il suo posto sarà preso dal rappresentante di un fondo anglo-americano che si sarebbe impegnato ad investire nei progetti del gruppo Zamparini.

Con questo comunicato si chiude o, perlomeno, inizia la fase di chiusura di un’epoca, che, al di là delle vicissitudini legate agli ultimi anni, ha visto il Palermo per tanti periodi protagonista di  spicco del calcio italiano. Se da un lato l’amarezza dei tifosi rosanero va capita per le scelte opinabili ultimamente effettuate dalla società, dall’altro lato non si può nascondere che senza Maurizio Zamparini il calcio a Palermo avrebbe continuato a giocarsi nei campi di Serie B o peggio. Sarebbe stato impensabile pensare ad un Palermo espugnare in tre campionati consecutivi il campo della Juventus, arrivare agli ottavi dell’Europa League, vincere partite contro tutte le grandi squadre italiane, avere tra le sue fila autentici fuoriclasse del calcio mondiale quali Pastore, Cavani, Dybala, Barzagli, Toni, Sirigu, Miccoli.

E allora, auspicando un futuro sempre più luminoso per i colori rosanero, si prenda atto dalla fine di un’epoca e si renda il giusto riconoscimento a chi questa epoca, per la maggior parte della sua durata, ha reso ricca di momenti belli.

Ma, intanto, bisogna pensare alla stagione in corso per cercare ancora di continuare a nutrire qualche speranza per evitare una retrocessione che sembra quasi inevitabile.

Domani alle 15 gli uomini di Diego Lopez devono affrontare i granata a Torino e la sfida appare, per il Palermo attuale, improba. La forma smagliante dell’ex Belotti accresce le preoccupazioni per un incontro che, se si concludesse con una sconfitta, potrebbe veder naufragare in maniera definitiva le residue possibilità di salvezza dei rosa. La diretta concorrente all’ultimo posto disponibile per la permanenza in Serie A, l’Empoli, affronterà allo stesso orario il traballante Genoa e potrebbe conseguire una vittoria determinante per gli assetti della classifica.

Lo schieramento del Palermo previsto da Diego Lopez dovrebbe essere ancora il 4-2-3-1, con Posavec; Rispoli, Goldaniga, Andelkovic, Aleesami; Gazzi, Chochev; Salai, Bruno Henrique, Balogh; Nestorovski, con possibili alternative costituite da Gonzalez al posto di Andelkovic e Jajalo al posto di Gazzi.

Il Torino, schierato da Mihajlović con il 4-3-3, dovrebbe scendere i campo con Hart; Zappacosta, Rossettini, Moretti, Barreca; Gustaffson, Lukic, Baselli; Iago, Belotti, Boye.

La direzione di gara sarà affidata a Nicola Rizzoli di Bologna.

Pietro D’Alessandro

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA