Pallanuoto maschile

Serie A2 Sud: Roma Nuoto vola, anonime le siciliane

Riccardo Caltabiano, Famila Muri Antichi
Riccardo Caltabiano, Famila Muri Antichi
23 gen 2016 - 18:52

Le settima giornata di serie A2 di pallanuoto conferma sempre più la forza della Roma Nuoto, che dopo aver vinto contro la Te.Li. Mar. Palermo, mantiene i sei punti di vantaggio sull’inseguitrice Tgroup Arechi, vincente sulla Muri Antichi. A tenere il passo è la Campolongo Salerno, che batte il fanalino di coda Roma 2007.  Poi, al centro classifica, è gran bagarre, con bel sei squadre racchiuse in 6 punti.

Per quanto riguarda le siciliane, a Catania si respirano umori diversi. La Muri Antichi, infatti, aggiunge un’altra sconfitta alle sue statistiche di stagione, il tutto a favore della Tgroup Arechi, che costruisce un minimo vantaggio nei primi due tempi, grazie al 3-1 del primo e l’1-2 del secondo. Ma nel terzo dilaga, imponendosi per 6-0 e vanificando la buona prova degli ospiti nell’ultimo quarto, pareggiato per 3-3. Il finale, quindi è di 13-6.

A sorridere, invece, è la Nuoto Catania, abile nell’imporsi nel primo tempo per 5-0, ma che arranca e rischia in quelli successivi. La Promogest, infatti, mette i brividi aggiudicandosi il secondo e il terzo periodo, rispettivamente per 2-3 e 1-4. Importantissimi gli ultimi 8 minuti, chiusi sul 2-1.

Chi può sorridere è la 7 Scogli, che, dopo un brutto inizio in casa, rimonta sul Latina. Gli ospiti, infatti, passano in vantaggio grazie allo 0-2 del primo tempo e l’1-2 del secondo. Il pari arriva nel terzo periodo grazie ad un netto 3-0 dei siracusani, che chiudono sul 2-2 l’ultimo quarto.

Amarezza, infine, per la Te.Li.Mar., sconfitta in casa dalla capolista Roma Nuoto nonostante il buon inizio. I palermitani, infatti, rimangono avanti fino a metà gara grazie ai parziali dei primi due tempi, finiti 2-1 e 3-2. Poi, però, gli ospiti dimostrano di avere qualcosa in più ribaltando completamente l’inerzia della gara aggiudicandosi il terzo periodo per 1-3 e l’ultimo per 1-4.

 

Andrea Lo Giudice



© RIPRODUZIONE RISERVATA