Calcio

Saponara inguaia il Palermo, fischi al “Barbera”

palermo4
2 nov 2015 - 23:08

PALERMO - Rosanero ko nello scontro diretto per la salvezza con l’Empoli. Allo stadio Renzo Barbera, la formazione ospite riesce ad imporsi con il risultato di 1-0. Risultato pervenuto nel contesto di una partita che i toscani vincono tutto sommato con merito, anche se i palermitani hanno premuto sull’acceleratore nella ripresa trovando sfortunatamente sulla loro strada uno Skorupski in serata di grazia, a sua volta protetto da una difesa rivelatasi imperforabile.

Tante occasioni da gol sia da una parte che dell’altra. Nei primi venti minuti di gioco è Sorrentino a salire in cattedra effettuando un paio d’interventi di pregevole fattura su Livaja e Saponara. Gioca meglio l’Empoli, il Palermo soffre ma, a sprazzi, crea qualche presupposto interessante e Gilardino spreca delle ghiotte opportunità. Padroni di casa un po’ nervosi che, a pochi istanti dal 45’, vengono salvati nuovamente da Sorrentino, portentoso su Pucciarelli.

Nella ripresa parte forte il Palermo con un bel pallone agganciato da Gilardino che, su assist di Hiljemark, calcia a botta sicura ma centra la traversa. Splendida l’esecuzione del Gila, sfortunato nella circostanza. L’Empoli, però, non sta a guardare e sfoggia un’impeccabile gestione del possesso palla. Al 51’ arriva il gol che consente agli ospiti di sbloccare il risultato: Saponara direttamente da calcio di punizione scarica un tiro rasoterra che non lascia scampo a Sorrentino.

Palermo in bambola, l’Empoli si fa ancora vivo nell’area di rigore palermitana creando più di qualche imbarazzo alla difesa avversaria. L’ingresso in campo di Trajkovski al 69’ vivacizza però i siciliani, trascinati anche da un Vazquez che cresce sempre di più con il passare dei minuti contribuendo ad allargare le maglie della difesa empolese. La spinta del Palermo non si esaurisce, la squadra di Iachini, nel frattempo espulso per proteste, attacca a pieno organico nel finale.

Al 85’ Skorupski salva la porta dell’Empoli con un doppio salvataggio e gli assalti del Palermo proseguono anche nel corso dei cinque minuti di recupero concessi. La rete dell’1-1, però, non arriva. Inevitabile, al triplice fischio dell’arbitro, la bordata di fischi del pubblico palermitano all’indirizzo dei propri beniamini. Momento poco felice per la compagine rosanero, mentre l’Empoli può festeggiare la conquista di un importante risultato guardando al futuro con rinnovato ottimismo.

PALERMO-EMPOLI, TABELLINO PARTITA E PAGELLE:

Marcatore: 53’ Saponara (E)
 
Palermo (3-5-2): Sorrentino 7; Struna 6 (56’ Quaison 6), Gonzalez 6 (78’ Goldaniga s.v.), Andelkovic 5.5; Rispoli 6, Rigoni 5.5, Brugman 6, Hiljemark 6 (67’ Trajkovski 6.5), Lazaar 5.5; Vazquez 6.5, Gilardino 6. All. Iachini
 
Empoli (4-3-1-2): Skorupski 6.5; Zambelli 6, Tonelli 7, Costa 6.5, Mario Rui 6.5; Zielinski 6.5, Maiello 6, Paredes 6 (72’ Buchel s.v.); Saponara 7 (89’ Maccarone s.v.); Pucciarelli 6.5, Livaja 6 (83’ Krunic s.v.). All. Giampaolo.
 
Arbitro: Marco Di Bello di Brindisi.

Ammoniti: 27’ Brugman (P), 34’ Lazaar (P), 35’ Saponara (E), 43’ Struna (P), 52’ Saponara (E), 54’ Rispoli (P), 59’ Quaison (P), 74’ Mario Rui (E), 88’ Maiello (E)

Commenti

commenti

Livio Giannotta



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento