Competizione

Rugby, dopo 23 anni gli azzurri ritornano nel capoluogo etneo

unnamed
6 set 2017 - 23:07

CATANIA - Dopo ventitré anni la Sicilia torna ad essere palcoscenico di un grande test-match internazionale, ospitando il debutto nella stagione 17/18 della Nazionale Italiana Rugby.

Infatti, sabato 11 novembre lo Stadio “Angelo Massimino” di Catania, sarà teatro del Credit Agricole Cariparma Test Match, tra gli Azzurri di Conor O’Shea e le Fiji, primo impegno del trittico autunnale che vedrà l’Italrugby affrontare nelle settimane seguenti l’Argentina a Firenze (18 novembre) ed i due volte Campioni del Mondo del Sudafrica a Padova (25 novembre).

L’appuntamento novembrino, organizzato da FIR in sinergia con Regione Siciliana e con la partecipazione del Comune di Catania, coinciderà con il dodicesimo scontro diretto tra l’Italia ed i funamboli del Sud Pacifico, con l’ultimo precedente risalente appena allo scorso giugno quando nella capitale figiana di Suva, si impose allo scadere sugli Azzurri per 22-19.

Lo sviluppo e la promozione del rugby nel nostro Paese rimangono la prima e più importante missione della FIR – ha dichiarato il Presidente della FIR, Alfredo Gavazzie non avremmo potuto sperare in una sede migliore di Catania per la partita contro Fiji. Siamo entusiasti di poter riportare la nostra Nazionale al Sud dopo una lunga assenza e certi che il pubblico siciliano risponderà con l’affetto ed il calore tipici di questa terra meravigliosa alla chiamata della Nazionale. Voglio ringraziare la Regione Sicilia e l’Assessore Anthony Barbagallo che hanno voluto fortemente riportare il grande rugby in questa straordinaria isola ed il Comitato Siciliano ed il suo Presidente Orazio Arancio per aver contribuito con impegno e passione a sostenere la candidatura della Sicilia, ad ospitare una partita fondamentale per la nostra Nazionale, determinata ad iniziare nel migliore dei modi la propria stagione“.

 

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA