Olimpiadi

Rio 2016: ecco quando i nostri atleti siciliani andranno in scena

Rio 2016
9 ago 2016 - 06:54

CATANIA - Da venerdì 5 è solo Rio 2016: le olimpiadi hanno preso il via e dopo una partenza a rilento, l’Italia ha iniziato a conquistare le sue prime medaglie, e tra queste qualcuna è siciliana.

Infatti ci soffermeremo sugli atleti che sono nati e cresciuti nella nostra terra, che hanno avuto e avranno ancora la possibilità di portare a casa una prestigiosa medaglia olimpica: sono 17 i siciliani a Rio, 7 di Catania e provincia, 3 di Ragusa e provincia, 2 di Messina e Palermo e 1 di Siracusa, Caltanissetta e Trapani. Ecco i risultati ottenuti e quando potrete vederli all’opera (gli orari che forniremo equivalgono alla nostra ora italiana).

* Atletica, ANNA INCERTI (Palermo): la Incerti è pronta per la sua maratona femminile, che si svolgerà domenica 14 agosto alle 14,30. La sua specialità, comunque, è la mezza maratona: 36 anni per 186 centimetri, Anna ha vinto tre volte la Coppa Europea di Maratona ed è stata campionessa europea di Barcellona 2010. Una gara tutta da seguire.

* Ciclismo, DAMIANO CARUSO (Ragusa) e VINCENZO NIBALI (Messina): il ciclismo su strada è stata una delle prime competizioni a prendere il via in questa olimpiade. Il ragusano Caruso è arrivato 40esimo, registrando un tempo pari a 6:22,23. Discorso diverso, in negativo purtroppo, per il peloritano Nibali: mentre pedalava spedito verso la vittoria a pochi chilometri dal termine della corsa, ha provato a spingere un po’ di più per assicurarsi la medaglia ma osando più del dovuto è precipitato a terra, costretto al ritiro rompendosi la caviglia, che gli costa l’addio anticipato all’olimpiade. Il sogno olimpico dei due si è subito infranto, ma soltanto in parte: infatti domani 10 agosto ci sarà la crono su strada alle 15, dove Caruso potrà riscattarsi e ambire ad una posizione migliore.

* Ginnastica, CARLOTTA FERLITO (Catania): per l’etnea è tempo di confrontarsi con le altre ginnaste per conquistare la medaglia che sa di poter vincere. Niente da fare però in diverse specialità, in particolare nella Trave (dove ha concluso 56esima), nel Corpo Libero (18esima) e nelle Parallele Asimmetriche (42esima): il 27esimo posto ottenuto nel Concorso Individuale è invece bastato per arrivare in finale. La gara andrà in onda giovedì 11 alle ore 21.

* Pallanuoto, VALENTINO GALLO (Siracusa) e ROSARIA AIELLO (Catania): il loro destino dipende rispettivamente dal settebello e dal setterosa azzurro. Gallo si è già goduto i primi due successi dell’Italmaschile rispettivamente contro la Spagna (9-8) e contro la Francia (11-8), mentre Aiello esordirà oggi alle 15,20 fronteggiando il Brasile. Per Gallo e compagni le prossime sfide saranno contro il Montenegro (domani alle 18), la Croazia (venerdì 12 alle 15,20) e gli Stati Uniti (domenica 14 alle 20,30). Per il setterosa della catanese Aiello, dopo il Brasile, ci saranno l’Australia (giovedì 11 alle 15,20) e la Russia (sabato 13 alle 15,20).

* Pallavolo, MIRIAM SYLLA (Palermo): non è una buona olimpiade per la squadra di pallavolo femminile della schiacciatrice palermitana. Esordio pessimo contro la Serbia (3-0) e altrettanta figuraccia contro la Cina (3-0) vice campione del mondo. La Sylla è stata schierata soprattutto agli inizi del primo set insieme con la compagna di reparto Del Core, ma come tutta la squadra il suo rendimento è insufficiente. Per rifarsi e centrare il passaggio del turno, adesso bisognerà affrontare l’Olanda (domani alle 16,35), gli Stati Uniti (venerdì 12 alle 20) e il Porto Rico (domenica 14 alle 20).

Discorso un po’ più ampio per la scherma: quest’ultima infatti si suddivide, come gli atleti siciliani, in Spada, Fioretto e Sciabola. Ecco qui, uno per uno, gli schermitrici siculi:

* GIORGIO AVOLA (Modica): ha mancato la semifinale di Fioretto individuale maschile per pochissimo, eliminato ai quarti dall’americano Alexander Massialas dopo un combattutissimo duello terminato 15-14. Adesso per Avola c’è la chance di imporsi con i compagni del team Italia nel Fioretto a squadre: con lui presente anche Daniele Garozzo, insieme con Baldini e Cassarà. La sfida dei quarti è contro il Brasile venerdì 12 alle 14.

* MARCO FICHERA (Catania): anche lui catanese, Fichera andrà in scena oggi alle 15,15 in occasione dei sedicesimi di finale del torneo di Spada individuale. Il duello sarà contro il giapponese Kazuyasu Minobe: una vittoria lo porterebbe ai quarti contro un atleta olandese (Verwijlen) o russo (Avdeev). Il giovane etneo è inserito anche nella squadra di Spada composta da ben tre siciliani: con Fichera, ci saranno anche Paolo Pizzo ed Enrico Garozzo. Chiude il quartetto Santarelli. I quattro duelleranno contro il team Svizzera domenica 14 alle 15,30.

* ENRICO GAROZZO (Catania): è il fratello maggiore di Daniele e anche lui rientra nella disciplina della Spada. Oggi, alle 15,15, disputerà i sedicesimi di spada individuale, ma per conoscere il suo avversario dovrà aspettare la fine dei trentaduesimi, in programma sempre nel pomeriggio alle 14. In merito alla squadra di spada, vale quanto detto sopra per Fichera: appuntamento a domenica 14, alle 15,30, contro la Svizzera.

* PAOLO PIZZO (Catania): chiarendo subito che anche Pizzo farà parte del quartetto che sfiderà la Svizzera domenica 14, anche lui oggi avrà il momento per dimostrare il proprio valore: i sedicesimi di finale di spada individuale contro lo svizzero Max Heinzer (alle 15,15). Una vittoria gli darebbe il pass per affrontare il canadese Brinck-Croteau o il russo Anokhin.

* LORETA GULOTTA (Trapani): è l’unica atleta siciliana nella disciplina della sciabola. Sta scaldando per la seconda volta la sua spada; già utilizzata nel torneo di sciabola individuale, riprenderà a gareggiare insieme con il quartetto rosa italiano: andando con ordine, dopo aver fatto fuori agli ottavi la coreana Kim Ji-yeon (15-13), Loreta è stata eliminata ai quarti di finale dall’ucraina Ol’ha Charlan in un duello senza storia (15-4). Il quartetto di sciabola è composto anche da Ilaria Bianco, Rossella Gregorio e Irene Vecchi e le ragazze si fronteggeranno sabato 13 alle 14 contro la Francia (soltanto in tre, una in meno delle azzurre).

Purtroppo però, ci sono stati anche diversi siciliani che hanno detto addio al loro sogno olimpico amaramente e prima del tempo:

* Judo, ELIOS MANZI (Messina): il giovanissimo messinese, solo 20 anni, non ha avuto la fortuna di trovare nel suo percorso un avversario abbordabile ed è stato eliminato ai sedicesimi di finale dal coreano Kim Won Jin con il risultato di 0-1. Nonostante l’eliminazione, Manzi è considerato da molti uno degli atleti più promettenti di questa disciplina.

* Nuoto, LUCA MARIN (Vittoria): il più deluso di tutti. Nella batteria 4×100 misto individuale, il vittoriese è arrivato soltanto sedicesimo. Una posizione inaspettata che ha fatto lasciare Rio prima del tempo: già oggi Marin è atteso a casa dai suoi cari. Nonostante la rabbia per l’eliminazione, Luca ha voluto augurare buona fortuna a tutti i suoi compagni nel segno di una buona olimpiade con la conquista di una medaglia che lui non è riuscito ad ottenere.

* Sollevamento Pesi, MIRCO SCARANTINO (Caltanissetta): ci ha provato, ha dato tutto, ma non c’è riuscito. Il sogno olimpico di Scarantino è terminato a causa del settimo posto ottenuto nella gara di Sollevamento pesi 56 kg: l’atleta nisseno, precisamente di San Cataldo, è riuscito a sollevare 264 kg (cinque volte il suo peso), ma questi non sono bastati per entrare almeno nella Top 5 di questa disciplina che ha visto infrangere il vecchio record del mondo dal cinese Long Qingquan. Per tutto il popolo di Caltanissetta, e anche per la Sicilia, è comunque un orgoglio averlo visto gareggiare e lottare per arrivare quanto più in alto possibile.

Chi manca? No, non li abbiamo dimenticati: li abbiamo lasciati per ultimi, non a caso.

* ROSSELLA FIAMINGO (Catania): lei è MEDAGLIA D’ARGENTO DI SPADA INDIVIDUALE FEMMINILE! Rossella è riuscita ancora una volta in un’impresa storica, conquistando la prima medaglia dell’Italia di Rio 2016. C’è però un po’ di rammarico: infatti, dopo una semifinale da urlo contro la cinese Sun Yiwen (12-11 ai supplementari e in rimonta), la Fiamingo era in vantaggio di 4 stoccate contro l’ungherese Szasz, che alla fine è riuscita a recuperare e vincere con il risultato di 15-13. Ma è comunque un ottimo risultato, ciò che Rossella voleva: una medaglia, che va ad aggiungersi all’oro del mondiale di Kazan nel 2014 e del mondiale di Mosca nel 2015, contando anche il Collare d’oro al merito sportivo, massimo riconoscimento del Coni.

* DANIELE GAROZZO (Catania): se Rossella è argento, lui è CAMPIONE OLIMPICO DI FIORETTO INDIVIDUALE MASCHILE! Un risultato davvero insperato, ma che Garozzo ha ottenuto con caparbietà e tanta forza. Sulla sua strada fatti fuori gli egiziani Tarek Ayad (sedicesimi, 15-8) e Alaaedin Abouelkassem (ottavi, 15-13), il brasiliano Guilherme Toldo (quarti, 15-8), il russo Timur Safin (semifinale, 15-8) e in finale l’americano Alexander Massialas (si, colui che fece fuori Avola ai quarti) per 15 a 11. Il ragazzo di Acireale è l’oro n. 201 azzurro e punta alla doppietta con la sua squadra di fioretto (Cassarà, Baldini e Avola) che affronterà il Brasile venerdì alle 14. Sarà ancora oro?

Ricapitolando, ecco il tabellone schematico degli appuntamenti con gli atleti siciliani:

OGGI
- Ore 15,15: Scherma individuale maschile, sedicesimi di finale (M. Fichera, E. Garozzo e P. Pizzo)

- Ore 15,20: Pallanuoto femminile, Italia-Brasile (R. Aiello)

DOMANI
- Ore 15: Crono ciclismo su strada (D. Caruso e V. Nibali)
- Ore 16,35: Pallavolo femminile, Italia-Olanda (M. Sylla)
- Ore 18: Pallanuoto maschile, Montenegro-Italia (V. Gallo)

11 AGOSTO
- Ore 15,20: Pallanuoto femminile, Italia-Australia (R. Aiello)
- Ore 21: Concorso individuale ginnastica (C. Ferlito)

12 AGOSTO
- Ore 14: Fioretto a squadre maschile, quarti di finale Italia-Brasile (G. Avola e D. Garozzo)
- Ore 15,20: Pallanuoto maschile, Croazia-Italia (V. Gallo)
- Ore 20: Pallavolo femminile, Italia-Usa (M. Sylla)

13 AGOSTO
- Ore 14: Sciabola a squadre femminile, quarti di finale Italia-Francia (L. Gulotta)
- Ore 15,20: Pallanuoto femminile, Russia-Italia (R. Aiello)

14 AGOSTO
- Ore 14,30: Maratona femminile (A. Incerti)
- Ore 15,30: Spada a squadre maschile, quarto di finale Italia-Svizzera (M. Fichera, P. Pizzo, E. Garozzo)
- Ore 20: Pallavolo femminile, Italia-Porto Rico (M. Sylla)
- Ore 20,30: Pallanuoto maschile, Italia-Usa (V. Gallo)

Non ci resta che dire ‘Forza Italia’, ma in particolare: ‘Forza Sicilia’!

Gabriele Paratore



© RIPRODUZIONE RISERVATA