Rugby

Ragusa raggio di luce nella palla ovale. Buio per Messina e Catania

foto-still-life-0035
9 mar 2015 - 11:14

Giornata assolutamente da dimenticare per Amatori Messina e Amatori Catania, impegnate entrambe nel poule di promozione della serie B di rugby.

Nell’ultima giornata del girone d’andata della fase promozione, tra le mura amiche, l’Amatori Messina incappa nella quinta, pesante, sconfitta consecutiva, perpetrata dal 15 del team Ottopagine Benevento Rugby, per 0-33.

Un’evidente superiorità quella messa in mostra dalla terza della classe che, nonostante un gioco nettamente migliorato da parte della compagine messinese, paga la debolezza soprattutto in mischia ordinata. La reazione, contro una squadra che non lascia scampo, è l’unico espediente per arginare la troppa voglia di fare da parte degli avversari, evitando che questi vadano oltre le cinque mete inflitte agli atleti messinesi.

“A differenza delle precedenti giornatecommenta coach Insurrandesi è vista una gran voglia dei ragazzi di giocarsela, pur mancando talvolta la disciplina e subendo inevitabilmente un’innegabile superiorità del Benevento. Siamo andati bene nel gioco di mano e di velocità: questo mi fa sperare in un girone di ritorno migliore”. 

Amatori Messina che, quindi, rimane rilegata all’ultimo posto in classifica. Purtroppo, un grandino più sopra, troviamo quella che, fino a poco tempo fa, era una delle più grandi realtà del rugby siciliano: l’Amatori Catania.

Il team biancorosso, in trasferta a Roma contro la prima del girone, la Primavera Rugby, deve registrare l’ennesima sconfitta, arrivata con il risultato di 38-12. Ciononostante i biancorossi riescono a fare due mete, e considerando che quella avversaria è una delle difese più forti del girone, evidenzia come un’idea di gioco ci sia. È anche da registrare l’importante numero di infortunati e squalificati, che hanno reso all’osso la squadra.

Nella prossima giornata, che sancisce l’inizio del girone di ritorno, la squadra di coach Vittorio riceverà, allo stadio di Santa Maria Goretti, l’altro team capitolino del girone, la CUS Roma. È necessaria una vittoria contro la seconda in classifica per poter sperare, anche se l’obiettivo sarà davvero difficile da raggiungere.

Fortunatamente, il rugby siciliano non vive una giornata del tutto nera. Nel poule retrocessione, il Ragusa R.C. Padua ottiene una vittoria importantissima contro la cenerentola del girone, i salentini della Svicat Rugby. Il 26-14 rifilato ai pugliesi, porta i ragusani a 11 punti, li avvicina ulteriormente all’obiettivo “permanenza in B”.

Commenti

commenti

Giuseppe Correnti



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento