Pallamano

Prova di forza dell’Albatro Siracusa, battuta la Lazio

dedovic
23 nov 2015 - 17:13

SIRACUSA - Vittoria agevole per l’Albatro Siracusa sul campo della “cenerentola” Lazio. Il risultato finale (31-16) parla di una gara senza storia.

“Eravamo molto più forti e lo abbiamo dimostrato – ha detto Dinko Dedovic, terzino sinistro bosniaco della squadra di Peppe Vincigiocando secondo le nostre possibilità. Abbiamo incontrato una squadra giovane, che non ci ha mai messo in difficoltà. Il successo era prevedibile e l’abbiamo conquistato senza forzare”.

Un buon test dunque per gli aretusei in vista del recupero interno di mercoledì alle 19,30 contro il Fondi.

“Interpreteremo la gara - ha spiegato il giocatore dell’Albatro - con grande determinazione. Personalmente non ho ancora digerito il fatto di doverla rigiocare perché a mio avviso non è giusto. Il Fondi non si è presentato quando avrebbe dovuto farlo (per un guasto all’aereo che avrebbe dovuto portare i laziali a Siracusa nel giorno della gara) e non capisco il motivo del recupero. Questo comunque ci darà grandi motivazioni per giocare al massimo anche perché in casa non possiamo fallire”.

La squadra laziale si è rinforzata acquistando uno straniero di valore. “Si va in campo sempre 7 contro 7. Si, forse il Fondi ora è più forte ma - ha aggiunto Dedovicieri ha vinto soltanto ai rigori contro il Sant’Angelo, mentre noi contro di loro abbiamo vinto con una certa facilità. Ad ogni modo ogni partita fa storia a sé. È importante quindi giocare come sappiamo fare, imponendo la nostra forza e continuando a vincere. E mercoledì daremo il massimo per prenderci quello che ci spetta, cioè i tre punti”.

 

Marco Bua



© RIPRODUZIONE RISERVATA