Serie C

Poche reti, gioia Catania e Siracusa. Leonzio: pareggio d’oro. IL PUNTO

1505026478124
10 set 2017 - 08:56

CATANIA - Si chiude la terza giornata del Girone C di Serie C.

Poche le reti realizzate in questo turno di campionato, che ha visto però interrompere il percorso di vittorie delle due capoliste Monopoli e Rende e la prima vittoria del Catania in campionato.

MONOPOLI – AKRAGAS 0-0: finisce a reti inviolate il match del “Veneziani”. L’Akragas è arrivata in Puglia con la voglia di muovere la classifica non avendo conquistato nemmeno un punto dopo due partite. Il Monopoli, dal canto suo, ha la possibilità di proseguire la sua striscia di vittorie portandosi a 3 consecutive su 3 giornate. Alla fine, finisce con un punto ciascuno. Se nel primo tempo la gara è stata avara di emozioni, nella ripresa di inizia a vedere qualcosa di interessante: prima l’Akragas con Longo e Vicente va vicina al vantaggio, poi i padroni di casa sfiorano la rete con un colpo di testa di Genchi. La partita è stata pressoché equilibrata con il pareggio giusto per quanto si è visto in campo. Bene l’Akragas che quindi riesce a conquistare un punto che muove la classifica e dà fiducia alla squadra di Di Napoli. Monopoli ancora imbattuto e in cima alla classifica con 7 punti, a + 1 dal Rende e dal Bisceglie.

RENDE – SIRACUSA 0-1: i primi tre punti di questo campionato del Siracusa arrivano dal “Lorenzon” di Rende, dove gli aretusei sono stati capaci di imporsi per 1-0 ma non senza qualche difficoltà. I padroni di casa nel primo tempo fanno la partita con occasioni importanti per portarsi in vantaggio, su tutte un colpo di testa di Porcino che sfiora il palo. Prima che l’arbitro potesse fischiare la fine dei 45′ iniziali, Ricciardo vede il portiere siracusano Tomei fuori dai pali e ci prova dalla distanza, bravo l’ex Pordenone a spingere la palla in calcio d’angolo. Poi è il Rende a trovare la rete dell’1-0 sempre con Ricciardo, ma viene annullata per fuorigioco. Da segnalare, comunque, l’espulsione al 37′ per Domenico Franco del Rende, che ha permesso di mettere in discesa la gara al Siracusa. Il vantaggio dell’uomo in più si vede quando Mancino riesce ad appoggiare la palla in rete per il goal del vantaggio, ma il Rende ci prova in tutti i modi, tuttavia, senza riuscirci. Non proprio soddisfatto il tecnico aretuseo Paolo Bianco, che avrebbe voluto una migliore gestione della gara, definendo questa una gara “brutta. Ci teniamo i tre punti, ma c’è tantissimo da lavorare”.

CATANIA – LECCE 3-0: è stata sicuramente la serata del Catania, che nel big match ha sconfitto il Lecce con un netto 3-0. Le reti sono state di Biagianti nel primo tempo e di Marchese e Russotto nel secondo. Prestazione importante dei rossazzurri, che riscattano la sconfitta di Caserta imponendosi ai salentini. Fino alla rete degli etnei nella prima frazione di gioco, a essere pericoloso è solo il Catania. Poi il Lecce prova a uscire fuori con Torromino e Lepore, ma Pisseri è attento e nega il pari. Sulla falsa riga del finale di primo tempo si apre la ripresa, con il Lecce intenzionato a pareggiare la gara, ma il Catania regge e non soffre più di tanto grazie a una buona partita anche sul piano difensivo. La rete che fa esplodere il “Massimino” è di Giovanni Marchese, che probabilmente in cerca di un cross effettua un tiro beffando Perucchini. Il Lecce va in panne e subisce il contropiede decisivo con Russotto che esulta sotto la Nord. Il Catania sale a quota 4, raggiungendo proprio il Lecce e il Trapani.

TRAPANI – SICULA LEONZIO 0-0: è un punto che fa sicuramente comodo alla Sicula Leonzio, che continua a sorprendere. Imbattuta finora dopo due giornate disputate (la prima di riposo) contro avversari del calibro di Matera e Trapani. Al “Provinciale” non si va oltre lo 0-0. Il primo tempo è divertente, con tante occasioni da parte del Trapani. Taugourdeau va vicino al goal colpendo il palo, mentre Narciso è provvidenziale su Murano. Maracchi, poi, stampa il pallone sulla traversa. Bianconeri comunque ben disposti in campo che riescono a limitare i danni. I padroni di casa sciupano troppo anche nella ripresa, non ripetendo la vittoria ottenuta contro il Siracusa in casa. Adesso, entrambe le squadre sono a quota 4 punti.

LE ALTRE – Come annunciato all’inizio, in questa giornata di Serie C sono appena 9 le reti (di cui 3 da Catania) segnate. A vincere è la Virtus Francavilla, che piega 1-0 il Racing Fondi, alla seconda sconfitta consecutiva. Pareggi per 1-1 tra Andria e Casertana, dove i campani trovano il pari segnando a 5′ dalla fine, e tra Paganese e Reggina. Non vanno oltre lo 0-0 Juve Stabia e Matera, impegnate rispettivamente in trasferta a Catanzaro e in casa contro il Cosenza (che conquista il suo primo punto stagionale). A riposare è stato il Bisceglie.

LA CLASSIFICA

Monopoli 7
Bisceglie 6*
Rende 6
Catania 4
Sicula Leonzio 4*

Catanzaro 4
Reggina 4
Paganese 4
Casertana 4
Virtus Francavilla 4
Trapani 4
Lecce 4
Matera 3
Siracusa 3**
Fidelis Andria 2**
Juve Stabia 2*
Akragas 1
Racing Fondi 1
Cosenza 1

*= una partita in meno per il turno di riposo
**= Siracusa-Andria rinviata al 26 settembre

PROSSIMO TURNO

Akragas-Paganese
Bisceglie-Catanzaro
Cosenza-Fidelis Andria
Juve Stabia-Trapani
Lecce-Rende
Racing Fondi-Siracusa
Reggina-Matera
Sicula Leonzio-Monopoli
Virtus Francavilla-Catania

Riposa: Casertana

Commenti

commenti

Gabriele Paratore



© RIPRODUZIONE RISERVATA