Calcio

Pietro Lo Monaco al Catania: un ritorno chiacchierato ma non ancora rivelato

Lo Monaco e Pulvirenti
6 giu 2016 - 19:30

CATANIA - Antonino Pulvirenti e Pietro Lo Monaco: attenti a quei due, ancora. 

Una “storia d’amore” che ha rubato il cuore di tutti i tifosi catanesi, da quella storica stagione 2005-2006 che riportò il Calcio Catania nella massima serie dopo ben 22 anni, con il goal decisivo di Umberto Del Core, con i goal del quartetto De Zerbi-Russo-Mascara-Spinesi, accompagnati dalla grinta di Davide Baiocco.

Pietro Lo Monaco è al 99,9% tornato a Catania, lo dimostrano anche alcune immagini sui social che lo ritraggono nelle zone catanesi, insieme con Pulvirenti dopo che il loro addio non era stato dei migliori: “Non avrei mai parlato se non fossero emersi certi pettegolezzi. La questione stadio non c’entra. Tre giorni fa mi aveva promesso che non avrebbe fatto più commenti. Ed invece, dopo la vittoria con l’Atalanta tira fuori la storiella della partita più importante della sua presidenza. Io so a cosa alludeva, e lui sa che io so. Evidentemente non ce la fa a stare senza le telecamere, vuol gestire in prima persona e questo esclude la mia permanenza”. 

Parte di questa dichiarazione è stata fatta dall’amministratore delegato rossazzurro il 24 aprile 2012: Lo Monaco voleva già dimettersi ma Pulvirenti non ha voluto, ha respinto quelle dimissioni. Sono partiti paroloni e altre cose che riguardano il passato e che è superfluo raccontare.

Il destino però, se è vero che esiste, li ha fatti riincontrare all’improvviso: il giro di Lo Monaco prima a Genova, poi a Palermo ed infine a Messina è stato soltanto il contorno di un ritorno più volte cercato, chiacchierato e discusso ma mai rivelato.

Grazie alla coppia Lo Monaco-Pulvirenti il Catania è diventato grande nel suo piccolo, nelle sue potenzialità: sono state raggiunte salvezze importanti al cardiopalmo, un totale di punti in continua crescita, stabilendo anno dopo anno un nuovo record di punti, la scoperta di talenti che hanno fatto impazzire il Cibali come Juan Manuel Vargas o “El Malaka” Martinez, i due che vengono ricordati rispettivamente per un bolide al limite dell’area in un turno di Coppa Italia contro il MIlan e per aver contribuito a quella fantastica notte del 12 marzo 2010, quando il Catania vinse 3-1 contro l’Inter del triplete, con l’uruguaiano che segnò un terzo goal capolavoro.

Lo Monaco, a dire il vero, non è mai stato preso del tutto in simpatia dai tifosi rossazzurri, ma successivamente è stato fortemente rimpianto per suo merito gestionale, per essere stato una solida spalla di Antonino Pulvirenti.

La notizia data dal giornalista Peppe Di Stefano di Sky ha suscitato subito tensione e uno sprazzo di felicità, forse, nel leggere quelle parole: “Lo Monaco torna al Catania”.

Una coppia mai dimenticata, un ritorno che ormai praticamente effettivo scuote l’ambiente catanese che sogna di rivivere quei momenti più di prima e meglio di prima.

Gabriele Paratore



© RIPRODUZIONE RISERVATA