Automobilismo

A Petrosino la premiazione dei Campionati siciliani

Nella foto di Claudia Scavone: Alberto Santoro, alla sua destra Serafino La Delfa, alla sinistra Armano Battaglia, Delegato ACI - Sport Sicilia
Nella foto di Claudia Scavone: Alberto Santoro, alla sua destra Serafino La Delfa, alla sinistra Armano Battaglia, Delegato ACI - Sport Sicilia
10 feb 2015 - 16:07

PETROSINO - E’ stata una grande festa quella di sabato scorso, svoltasi allo hotel Baglio Basile di Petrosino in provincia di Trapani.

Chi ha partecipato alla manifestazione, convinto che fosse una delle tante, la solita di fine anno, si è dovuto ricredere. Infatti, nell’occasione, la delegazione siciliana della ex ACI–CSAI, denominazione mutata oggi per volere del presidente nazionale Angelo Sticchi Damiani in ACI -Sport, ha stupito. È stata vera festa, con tanto di gruppo folkloristico, con tanto di simpatico intermezzo cabarettistico e con della buona musica di sottofondo, il tutto, come se non bastasse, contornato dall’ottima cena proposta dallo chef della bella struttura trapanese.

Più di cinquecento le persone presenti e tra queste, oltre ai piloti che attendevano di ricevere il loro premio, suggello di una stagione di gare e di vittorie, assolute, di gruppo e di classe, anche i rispettivi accompagnatori ed alcuni ospiti d’onore. Tra essi il vescovo della Diocesi di Mazara del Vallo mons. Domenico Mogavero ed i vari componenti dell’ACI – Sport, dal citato presidente al dirigente delle Attività Sportive Marco Ferrari al presidente della Commissione Velocità e fondatore dell’omonimo team di F.1 Giancarlo Minardi. Dal presidente e dal direttore dell’ACI -Sport Promotion Mario Colelli e Marco Rogano, sino a giungere a Daniele Settimo, coordinatore della delegazione Sicilia e del progetto Giovani Rally e al medico-pilota Serafino La Delfa, responsabile dell’Area Medica dell’ACI – Sport.

È poi iniziata la sfilata dei Campioni Assoluti, chiamati sul palco dai conduttori, Gianfranco Mavaro e Giuseppe Li Vecchi. Il catanese Domenico Cubeda (Velocità in Salita), il nisseno Roberto Lombardo (Rally conduttori), il messinese Roberto Longo (Rally Navigatori). Poi i palermitani Marco Savioli ed il suo navigatore Alessandro Failla (Rally Autostoriche), Gaetano Gioè (Velocità automotrice) ed il busetano Giuseppe Castiglione (Formula Challenge), sino a giungere all’imprenditore custonacese Alberto Santoro, il quale si è aggiudicato, a conclusione di un anno combattuto e travagliassimo, il titolo di Campione Assoluto Slalom 2014.

Particolare attenzione viene rivolta ai giovanissimi che si sfidano nel Campionato Siciliano Karting e che sono vera anima e vera speranza del futuro della Sicilia motoristica. Tra essi potrebbero esserci i nuovi Nino Vaccarella (il preside volante è stato tra gli ospiti di riguardo). A loro, il senatore Antonio d’Alì ha dedicato parole d’encomio e di speranza: Gabriele Minì, figlio del consacrato campione Fabrizio, il quale, si è aggiudicato, ad appena 10 anni, la classe Baby. E l’altrettanto giovanissimo Alessandro Greco. Poi lo junior David Costanzo con il senior Davide Ferrara ed infine, Giuseppe Ghiaietta, Daniele Mole, Francesco Alaimo e Claudio Filippi.

Una nota di merito va sicuramente al delegato ACI – Sport Sicilia, il messinese di Torregrotta, Armando Battaglia, il quale, con il suo impegno e con la sua presenza sui campi di gara, ha saputo dare un nuovo taglio allo sport motoristico siciliano, riuscendo persino, in una piccola impresa, negli anni passati sollecitata dai piloti e mai attuata: quella di consegnare nel corso dell’anno le varie “Coppe ACI – Sport” vinte nel 2014, senza dover attendere l’inizio del 2016.

Rosario Lo Cicero

(Nella foto di Claudia Scavone: Alberto Santoro, alla sua destra Serafino La Delfa, alla sinistra Armano Battaglia, Delegato ACI – Sport Sicilia)

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento