Calcio

Palermo, Trapani e Catania: sembrava impossibile ma ce l’hanno fatta!

Palermo calcio.
16 mag 2016 - 14:02

SICILIA – Stava per rivelarsi una stagione da dimenticare per il calcio siciliano. Ma la dea bendata ha riservato delle sorprese. Le classifiche parlano chiaro: Palermo ancora in serie A, Trapani ai playoff per raggiungere la massima serie e Catania salvo dal possibile scivolone in D. 

Ma analizziamo situazione per situazione, cominciando dalla squadra maggiormente rappresentativa dell’isola, ovvero il Palermo. I rosanero si sono resi protagonisti di un campionato anonimo, dimostrando di non avere un’identità di gioco e in molti casi collezionando sconfitte umilianti. La colpa è probabilmente imputabile al presidente della società, Maurizio Zamparini che, non avendo mai dato una continuità tecnica alla squadra, ha messo in crisi il gruppo. Sono nove, infatti, i cambi sulla panchina rosanero panchina che ha visto alternarsi in ordine  Iachini, Ballardini, Viviani Schelotto, Bosi, Tedesco, Bosi, Iachini, Novellino e di nuovo Ballardini. Nessuna logica nella gestione ma nonostante ciò il Palermo, quando nessuno ci avrebbe più scommesso, ha agguantato la salvezza collezionando cinque risultati utili dalla 34^ giornata fino alla vittoria decisiva di ieri contro il Verona già retrocesso. Il merito è probabilmente dei leader del gruppo, in particolare del capitano Sorrentino, che hanno compattato lo spogliatoio dando la spinta utile al miracolo.

Grande sforzo anche quello del Catania che dopo un buon inizio è precipitato in classifica, complici i dieci punti di penalizzazione inflitti dal giudice sportivo, arrivando sino alle ultime posizioni e rischiando di fatto la retrocessione in serie D. Ma forse questo epilogo sarebbe stato fin troppo per una grande realtà sportiva come quella etnea. Difficile rendersene conto in un contesto complicato come quello societario rossazzurro, con un patron indagato su più fronti e una dirigenza poco stabile. Nonostante ciò i ragazzi di Francesco Moriero hanno guadagnato sul campo la salvezza e sono pronti a gettare le basi per affrontare al meglio il prossimo campionato con l’obiettivo serie B.

Infine, la storia più bella del calcio siciliano, il Trapani che nelle prossime settimane lotterà per la promozione nella massima serie. Dopo un inizio altalenante fra le posizioni di metà classifica, gli uomini di Serse Cosmi hanno ingranato la marcia e, vincendo e convincendo attraverso un gioco fluido e con grande ritmo, hanno raggiunto la quarta posizione (ancora una giornata al termine) che significa playoff, ai quali arriva tra le favorite. Per il verdetto bisognerà comunque aspettare ancora qualche settimana. 

Obiettivi diversi ma tutti raggiunti. Il calcio siciliano è ancora vivo.

Santi Liggieri



© RIPRODUZIONE RISERVATA