Calcio

Palermo sconfitto dalla Roma. Ma gol e spettacolo al Barbera

unnamed
4 ott 2015 - 17:49

PALERMO - Partita ricca di gol quella che ha visto sfidarsi al “Barbera” Palermo e Roma e finita 4 a 2 per gli ospiti.

Passano due minuti e la squadra di Garcia è gia in vantaggio: combinazione Florenzi-Pjanic, gran palla per il bosniaco che con un tocco sotto punisce Sorrentino. Avvio choc per i rosanero, che provano a reagire gia al 4′ minuto, ma Vazquez, superati Manolas e Szczesny, non trova incredibilmente la porta. Roma però implacabile e al 14′ trova il gol del raddoppio: palla di Salah per Pjanic, il centrocampista della Roma liscia clamorosamente il pallone che finisce fortunosamente tra i piedi di Florenzi che dagli undici metri fredda Sorrentino. Gara in discesa per i giallorossi, con un Palermo in grande difficoltà, soprattutto psicologica, e che prova a reagire senza però riuscire a creare pericoli alla porta avversaria. Anzi, al 29′, Gervinho si inventa la rete del 3 a 0. Grande giocata su Gonzalez che abbocca alle sue finte, e dal limite dell’area l’ivoriano lascia partire un gran destro a giro. Palla sotto l’incrocio e rosanero demoliti in trenta minuti. Passa un minuto e il Palermo prova la reazione ma, sugli sviluppi di un calcio piazzato, Vazquez colpisce la traversa con un bel colpo di testa. Al 36′ ci prova Naingolan ma Sorrentino è bravo a salvare i suoi. Il primo tempo si chiude sul risultato di 3 a 0 per la Roma.

unnamed (1)

 

Ad inizio ripresa Iachini manda in campo Gilardino al posto di un inesistente Jajalo. Al 47′ è Digne che va vicino al poker, ma il numero uno rosanero devia in corner. Al minuto 59 il Palermo prova a rientrare in partita e trova il gol che accorcia le distanze: lancio di Vazquez, palla per Gilardino che mette a sedere De Rossi e siglia la rete dell’1 a 3. I siciliani, rinvigoriti dal gol, al 60′, si rendono pericolosi con un ennesimo colpo di testa di Vazquez, ma la palla finisce sul fondo. Al 71′ ci vuole una grande parata di Szczesny per evitare a Gilardino di siglare la doppietta e riaprire clamorosamente il match. Grande reazione dei padroni di casa, che si svegliano troppo tardi e provano a reagire quando però il tempo stringe e la Roma si avvicina inesorabilmente alla conquista dei tre punti. Al 91′ Gonzalez di testa, servito da Quaison, trova la rete del 2 a 3. Si accende una speranza tra i tifosi rosanero, ma dura solo un minuto. Al 92′, infatti, uno scatenato Gervinho, manda al bar El Kaoutari e chiude la partita. Finisce 4 a 2 per la Roma.

Il Palermo conserva di questo match la reazione e lo spirito messo in campo nella ripresa. Ma è da rivedere assolutamente l’assetto difensivo. Meritano di essere segnalati i cori dei tifosi a sostegno di mister Iachini, sempre più in bilico.

PALERMO: Sorrentino 6,5; Struna 5; (Rispoli s.v.) Gonzalez 5,5; El Kaoutari 4; Lazaar 5; Rigoni 5; Jajalo 4 (Gilardino 6,5); Chochev 5; Hiljemark 5,5; Vazquez 6; Trajkovski 5 (Quaison 6).

ROMA: Szczesny 6; Torosidis 6,5; Manolas 5,5; De Rossi 5; Digne 6,5; Florenzi 7,5(Gyomber s.v.) Nainggolan 6; Pjanic 7,5; Salah 6 (Ucan 6,5); Gervingo 8; Falquè 6 (Emerson 5,5).

Commenti

commenti

Giuseppe Macchi



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento