Calcio

Palermo, scherzetto ad Halloween: ko a Cagliari. E De Zerbi che fa?

1477948691245
31 ott 2016 - 23:05

CAGLIARI – Sarà l’ultima partita di Roberto De Zerbi sulla panchina del Palermo? Forse sì, forse no. Halloween regala un brutto scherzetto al Palermo che cade anche al Sant’Elia di Cagliari per 2-1. La doppietta di Dessena è stata decisiva. Ecco, nel dettaglio, il racconto di quanto successo in questa partita riepilogando le azioni salienti che l’hanno caratterizzata.

IL PRIMO TEMPO:

1′: Si parte!

3′: Cagliari, subito pressing sardo. I padroni di casa provano a fare la partita con un gioco fluido tra le linee.

5′: Palermo, Aleesami in percussione sulla fascia sinistra arriva in area di rigore. È bravo il difensore avversario Ceppitelli a fermarlo.

6′-10′: ritmo più blando adesso. Le due squadre giocano alla pari.

11′: Palermo, punizione pericolosa di Jajalo che serve Chochev: il bulgaro, indisturbato, colpisce di testa ma va di poco fuori bersaglio.

16′: Che occasione Cagliari! Punizione dalla sinistra che pesca Bruno Alves dalla parte opposta, il difensore portoghese la mette in mezzo e Posavec respinge male, dando la possibilità a Padoin di calciare da fuori area. Palla deviata da Borriello che esce di un soffio!

18′: Ammonizione Palermo, viene sanzionato Rispoli per fallo netto su Padoin.

20′: Palermo, Embalo ci prova da 30 metri. Storari, non proprio impeccabile, riesce a mettere il pallone in corner.

21′: Che occasione Cagliari! Dessena fa una super giocata pescando Sau da solo in area di rigore. Il cagliaritano non ci crede fino in fondo e sforbicia il pallone troppo debolmente. Posavec la blocca tranquillamente.

28′: Si ritorna a ritmi bassi dopo uno spezzone di partita più aperto. Partita tattica con le due squadre in fase di studio: solo il Cagliari, qualche volta, prova a sbilanciarsi.

29′: Cagliari, si coordina bene l’ex Di Gennaro che tenta il super gol dalla distanza. Peccato però che il pallone è troppo centrale e Posavec lo addomestica senza problemi.

29′: Ammonizione Cagliari, viene sanzionato Sau per proteste.

31′: Chochev e Jajalo scambiano spesso la posizione in modo che uno dei due sia libero e pare funzionare. Scambio concluso con Nestorovski, l’attaccante macedone guadagna un corner dopo essere stato fermato sulla zona sinistra del campo.

32′: Ammonizione Palermo, viene sanzionato Quaison per una manata su Pisacane.

33′: Ammonizione Cagliari, viene sanzionato Pisacane.

37′: Le due squadre non si sbilanciano in virtù degli ultimi risultati negativi accompagnati da diversi gol al passivo. Ne risente lo spettacolo al Sant’Elia.

38′-45′: Non succede praticamente altro, viene assegnato un minuto di recupero da Irrati. Partita bloccata, tensione palpabile che rende la partita poco piacevole da guardare. Un pareggio salverebbe, ancora per una partita, i due allenatori: una sconfitta, invece, sarebbe fatale per uno dei due.

IL SECONDO TEMPO

46′: Si riparte!

53′: GOL CAGLIARI! Daniele Dessena la mette dentro! Il Cagliari aveva iniziato molto bene la ripresa e ha centrato la porta di Posavec, battuto sul primo palo da un gran destro del capitano sardo preceduto da un cross di Di Gennaro. 1-0!

55′: Palermo, il ds Faggiano protesta platealmente davanti l’arbitro Irrati, che lo caccia via.

56′: Ammonizione Cagliari, viene sanzionato Padoin per simulazione.

58′: Palermo, Nestorovski apre bene per Embalo. Il tiro viene deviato da Bruno Alves.

60′: Cagliari, Borriello finalmente si vede e calcia con il sinistro. Palla che termina di poco fuori, Posavec però sembrava esserci.

63′: Sostituzione Palermo, esce Embalo. Dentro Diamanti.

64′: GOL CAGLIARI! DOPPIETTA DI DESSENA! Niente da fare per il Palermo, rosanero che crollano sotto i colpi del capitano rossoblu. Parte tutto da Di Gennaro che, ancora una volta, fa un bellissimo cross che Sau riceve. Il numero 25 è intelligente nel servire l’accorrente Dessena che, centralmente, trafigge Posavec per la seconda volta. 2-0!

65′: La rete di Dessena arriva nel momento migliore del Palermo, che adesso ha davvero poche speranze di riacciuffare il risultato.

71′: Sostituzione Palermo, esce Chochev. Dentro Bruno Henrique.

72′: Sostituzione Cagliari, esce Padoin. Dentro Munari.

73′: Palermo, Diamanti calcia su punizione da 20 metri. Pallone che si perde poiché sbatte sulla barriera.

76′: Sostituzione Cagliari, esce Sau. Dentro Melchiorri.

78′: Ammonizione Cagliari, viene sanzionato Storari per perdita di tempo.

79′: GOL PALERMO! Non si arrendono gli uomini di De Zerbi con Nestorovski che mette dentro il quarto gol in trasferta! Ceppitelli e Bruno Alves non fanno certo il loro dovere, uscita avventata di Storari e dopo il passaggio di Rispoli in mezzo, Nestorovski si accende e riapre il match. Gol da pochi passi. 2-1!

83′: Sostituzione Palermo, esce Rispoli. Dentro Morganella.

83′: Sostituzione Cagliari, esce Di Gennaro. Dentro Barella.

89′: Palermo, Hiljemark pesca Aleesami al centro dell’area. Ancora Ceppitelli è provvidenziale nel recupero.

89′: Ammonizione Palermo, viene sanzionato Aleesami.

90′: Quattro minuti di recupero.

93′: Palermo, i rosanero non approfittano del momento buono e sprecano l’ultima palla gol con Jajalo.

93′: Ammonizione Cagliari, viene sanzionato Barella.

94′: Termina la partita! Cagliari batte Palermo 2-1.

Una sconfitta che fa male al Palermo, ora penultimo a 6 punti superato persino dall’Empoli. Rastelli invece si riprende il Cagliari piazzandosi al nono posto con 16 punti, al pari di Torino e Fiorentina. De Zerbi è sempre più giù.

IL TABELLINO

CAGLIARI 4-3-3: Storari, Pisacane, Ceppitelli, Bruno Alves, Isla, Dessena, Tachtsidis, Padoin (dal 72′ Munari), Di Gennaro (dall’83′ Barella), Borriello, Sau (dal 76′ Melchiorri). All. Rastelli

PALERMO 4-3-3: Posavec 6, Aleesami 5,5, Andjelkovic 5,5, Thiago Cionek 5,5, Rispoli 6 (dall’83′ Morganella), Hiljemark 5, Jajalo 6, Chochev 6 (dal 71′ Bruno Henrique), Quaison 5,5, Nestorovski 6, Embalo 6 (dal 63′ Diamanti). All. De Zerbi

Recupero: 1′ 1T, 4′ 2T

Arbitro: Massimiliano Irrati di Pistoia

Ammoniti: Sau, Pisacane, Padoin (C), Rispoli, Quaison, Aleesami (P)

Gabriele Paratore



© RIPRODUZIONE RISERVATA