Calcio

Palermo, un pareggio che sa di beffa. La mano di De Zerbi si vede già

image
18 set 2016 - 17:12

PESCARA - Un pareggio che sa di beffa per il Palermo di Roberto De Zerbi: a Pescara, contro il Crotone, finisce 1-1. Partita ben giocata dai rosanero, che avrebbero senza dubbio meritato la vittoria.

Queste le formazioni:
image

IL PRIMO TEMPO (azioni salienti).

4′: Crotone, Falcinelli cerca il goal con un tiro da fuori area, ma non trova la porta.
7′: Palermo, Diamanti si guadagna un calcio d’angolo che sfrutta malissimo. Sul capovolgimento di fronte il Crotone riparte in contropiede ma Palladino perde l’attimo.
10′: Palermo, si fa vedere ancora Diamanti, tiro però troppo centrale, debole e facile da bloccare per Cordaz.
16′: Crotone, che occasione! Aleesami salva sulla linea il tiro di Ferrari, arrivato in porta dopo uno scambio ottimale con Trotta, poi é Martella a non trovare la porta.
22′: GOAL CROTONE! Marcello Trotta sigla la rete dell’1-0. Secondo goal in A per lui: lancio lungo dalla metà campo, la difesa rosanero é scoperta, Rajkovic si scontra con Posavec e insieme combinano un pasticcio, lasciando indisturbato l’ex Sassuolo che appoggia a porta vuota.
27′: Palermo, in seguito allo scontro tra Posavec e Rajkovic, i due restano a terra doloranti. Il difensore non ce la fa e De Zerbi é costretto a sostituirlo. Al suo posto Goldaniga.
30′: Palermo, ottimo scatto di Rispoli che serve Hiljemark, il tiro dello svedese però viene respinto in calcio d’angolo.
31′-51′: poche emozioni, partita soprattutto tattica. Primo tempo che termina 1-0, 6 minuti di recupero.

Il Palermo é riuscito a giocare una prima frazione di gioco migliore rispetto a quella dei padroni di casa, che però hanno colpito al primo, ed unico, errore delIa difesa rosanero. Gli uomini di De Zerbi non hanno mai buttato via la palla, sul punto di vista tattico si vede già un importante cambiamento.

IL SECONDO TEMPO (azioni salienti):

45′: Palermo, sostituzione. Esce Sallai, dentro Embalo.
51′: Crotone, che occasione! Erroraccio difensivo di Goldaniga che lascia libero Falcinelli di calciare, l’attaccante del Crotone però si fa arpionare la palla da Hiljemark.
52′: Palermo, ci prova sempre Diamanti: tiro potente che termina però a lato.
66′: GOAL PALERMO! Rete di Nestorovski! Aleesami mette una palla defilata rasoterra che Nestorovski scarica sul palo più lontano di Cordaz. Errore di Claiton in fase difensiva. Tutto in parità: 1-1. Pareggio meritato.
70′: Crotone, sostituzione. Dentro Sampirisi, fuori Martella.
72′: Palermo, ancora i rosanero. Punizione di Diamanti che però viene respinta dalla barriera rossoblu.
74′: Crotone, sostituzione. Dentro Barberis, fuori Capezzi.
75′: Palermo, adesso quelli di De Zerbi ci credono. Gran destro di Hiljemark, respinto da Cordaz in corner.
78′: Crotone, Falcinelli ci prova ma viene fermato da Posavec. Tutto fermo però: fuorigioco.
80′: Crotone, sostituzione. Dentro Stoian, fuori Palladino.
81′: Crotone, punizione per i pitagorici. Falso allarme, la difesa del Palermo spazza via.
84′: Palermo, bella girata di Nestorovski da terra. Palla però facile per Cordaz.
84′: Crotone, che occasione! Stoian va sulla fascia sinistra e serve Falcinelli che ciabatta il pallone, disorientando Posavec. Trotta se la ritrova sui piedi e spreca calciando alto.
86′: Crotone, Rohden mette dentro una bella palla per Stoian che calcia di poco a lato.
87′-92′: azioni non degne di nota, finisce 1-1.

Con questo pareggio, il Palermo é penultimo a 2 punti. Nicola e i suoi, invece, conquistano il loro storico primo punto ma sono ultimi.

IL TABELLINO

CROTONE: 1 Cordaz; 17 Ceccherini, 3 Claiton, 13 Ferrari; 28 Capezzi (dal 74′Barberis), 8 Crisetig, 6 Rohden, 7 Palladino (dall’80 Stoian), 87 Martella (dal 70′Sampirisi); 29 Trotta, 11 Falcinelli.

PALERMO: 1 Posavec; 19 Aleesami, 5 Rajkovic (dal 27′Goldaniga), 12 Gonzalez, 3 Rispoli; 25 Bruno Henrique, 14 Gazzi, 10 Hiljemark; 20 Sallai (dal 45′Embalo), 30 Nestorovski, 23 Diamanti.

RECUPERO: 6′ minuti 1T, 2′ minuti 2T.

Ammoniti: CROTONE Capezzi, Crisetig e Claiton. PALERMO Goldaniga e Andjelkovic.

Gabriele Paratore



© RIPRODUZIONE RISERVATA