Calcio

Palermo, pagelle. Gonzalez inossidabile, male gli esterni

© Newsicilia.it - Azione di gioco nella partita Juventus-Palermo.
© Newsicilia.it - Azione di gioco nella partita Juventus-Palermo.
26 ott 2014 - 19:08

Mister Iachini lo aveva detto: “Dovremo essere in grado di fare la nostra partita allo Juventus stadium”. Così non è stato. Il Palermo ha snaturato le proprie caratteristiche limitandosi a difendere, proponendosi in avanti con scarsa convinzione e soltanto a sprazzi. Il risultato non poteva che essere favorevole ai Campioni d’Italia, che hanno incontrato poche difficoltà contro la compagine rosanero. Newsicilia.it riporta di seguito i voti attribuiti ai giocatori del Palermo:

Stefano Sorrentino 6: nulla può sulle reti juventine. E’ incerto in occasione di un velenoso cross-basso nella ripresa, nega la gioia del gol al neo entrato Giovinco. Fa il suo.

Eros Pisano 5: schiacciato nella propria metà campo, soffre la spinta bianconera di Asamoah. Non affonda praticamente mai sulla fascia.

Ezequiel Munoz 6: l’attacco juventino presenta clienti difficili, Tevez su tutti. Il fuoriclasse bianconero è di un altro pianeta ma cerca di fermarlo come può.

Giancarlo Gonzalez 7: perno della difesa rosanero, il costaricano conferma le ottime impressioni ricavate dall’esordio con il Cesena. Pregevole sulle palle alte, interviene con perfetto tempismo sui contrasti.

Sinisa Andelkovic 5.5: prova a tappare anche le voragini lasciate da Feddal con risultati non sempre lusinghieri. Non è un pomeriggio facile, la Juve s’inserisce spesso da quelle parti.

Zouhair Feddal 4.5: Pereyra e Lichtsteiner gli procurano un gran mal di testa. In alcune circostanze riesce a farsi vivo sulla sinistra proponendo qualche suggerimento utile ai compagni, ma soffre la pressione bianconera. Perde banalmente palla a centrocampo in occasione del primo gol, si fa anticipare di testa da Llorente nel secondo. Pomeriggio da dimenticare.

Francesco Bolzoni 6-: Vidal è una furia in mezzo al campo. Il centrocampista rosanero è costretto più volte a rincorrerlo. Ha il merito di lottare generosamente e provare a contribuire all’imbastimento di una manovra degna di nota.

Luca Rigoni 5.5: prova ad orchestrare ma i compagni non lo seguono e lui ne risente perché non riesce ad impostare il gioco come vorrebbe, costretto frequentemente a rinculare.

Edgar Barreto 6: scalpitava per fare ritorno sul rettangolo di gioco. Il capitano si limita a svolgere il compitino.

Franco Vazquez 6: Uno dei pochi tiri in porta effettuati dal Palermo porta la sua firma. Parte bene, nelle rare occasioni in cui i rosanero attaccano c’è lui nel vivo dell’azione. Cala nella ripresa.

Paulo Dybala 6: Si sacrifica molto per la causa. Gioca distante dalla porta, ragion per cui perde lucidità in attacco ma corre tanto, sgomita, aiuta la squadra a difendere.

Enzo Maresca 5.5: Sostituisce Rigoni ma non fa meglio del compagno in cabina di regia.

Andrea Belotti 5: Iachini prova a dare verve al reparto offensivo con il suo ingresso in campo. Contributo mediocre.

Robin Quaison s.v.: Entra a dieci minuti dal 90’. Ingiudicabile.

Commenti

commenti

Livio Giannotta



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati

Lascia un Commento