Mercato

Palermo tra dubbi e difficoltà economiche: chi sposerà la causa rosanero?

Zamparini
6 gen 2017 - 10:04

PALERMO - Cosa ha in serbo la Befana per il Palermo di Eugenio Corini?

Sicuramente, in vista dello scontro salvezza di domani al “Castellani” di Empoli, servirà ufficializzare le posizioni di alcuni calciatori rosanero in partenza e capire chi può arrivare alla corte del patron Zamparini.

Il Palermo avrebbe bisogno di almeno un acquisto per reparto, ma la società sta puntando principalmente su un difensore e sul sostituto di Robert Quaison.

Nel primo caso, si era valutato il profilo di Andrea Ranocchia che non ha mai convinto i tifosi dell’Inter dal suo arrivo. Il ritorno di Cesare Bovo è sfumato: il calciatore, infatti, ha preferito Pescara. Ranocchia invece potrebbe rivelarsi un buon acquisto per i rosa, il problema però è legato all’ingaggio altissimo che il Palermo non può permettersi. Si parlava di una proposta dei siciliani all’Inter per continuare a pagargli l’ingaggio, ma probabilmente non sarà così. L’attaccante svedese, invece, è influenzato dalle sirene europee di Hoffenheim e Fenerbache ma anche dall’Atalanta, che aveva già puntato gli occhi su di lui in estate. Per cercare un sostituto è stato fatto il nome di Stefan Silva, svedese ma di origini cilene al momento in forza al GIF Sundsvall: al momento non è arrivata alcuna offerta ma al calciatore piacerebbe giocare in Italia. È un elemento dotato di rapidità e discreta tecnica, può anche essere schierato, se serve, in un largo ventaglio offensivo. Da prendere più con le pinze la notizia che porta al nome di Yahya Boumediene, al momento con la maglia dell’Ittihad Riadi Tanger (Marocco). Il costo dell’esterno marocchino, cresciuto nel campionato belga, si aggira intorno ai 500 mila euro e non dovrebbero esserci problemi di natura economica. Resta comunque un’alternativa a Silva, candidato numero uno a sostituire Quaison in caso di partenza. Boumediene è un esterno offensivo, all’occorrenza trequartista, che si distingue per estro, capacità di vedere la porta negli ultimi venti metri e per rapidità. 

Nel capitolo che concerne gli attaccanti, invece, il Palermo aveva puntato su Maxi Lopez, al Torino, ma il calciatore ex Catania non ne vuole sapere di ritornare in Sicilia. I granata, però, potrebbero offrirlo come contropartita per arrivare a Goldaniga. Il difensore del Palermo è finito nel mirino del club di Urbano Cairo che cerca un rinforzo in difesa. Per arrivare al calciatore milanese, il Torino potrebbe offrire un calciatore tra Martinez, attaccante, Obi, centrocampista e appunto Maxi Lopez. A parte quest’ultimo, gli altri due non hanno espresso parere negativo ma ci sarà bisogno di convincerli parecchio visti gli obiettivi stagionali, molto differenti, delle due squadre. Uno scambio, però, che non converrebbe troppo al Palermo che perderebbe un altro difensore senza riceverne nessuno: ecco perché vanno di moda anche i nomi di Rodrigo Ely e Eloge Yao. In entrambi i casi però, così come per Ranocchia, si giungerebbe al trasferimento nel caso in cui rispettivamente Milan ed Inter continuassero a pagare lo stipendio ai calciatori. Per questa ragione, i rosanero potrebbero chiedere informazioni per il centrale del Bologna Ibrahima Mbaye, cercato anche dal Crotone.

Da definire anche il futuro di Oscar Hiljemark: in settimana la trattativa tra Palermo e Atalanta potrebbe chiudersi e il centrocampista svedese cambierebbe aria. Nonostante qualche piccolo intoppo tra domanda e offerta, c’è ottimismo per ufficializzare il passaggio di Hiljemark a Bergamo. Resteranno al loro posto, invece, Bruno Henrique e Nestorovski.

C’è però la prima ufficialità: Cephas Malele, tornato dal prestito al Leixoes, è stato girato temporaneamente ancora una volta in Portogallo, stavolta al Varzim.

Sono tanti i dubbi, poche le certezze: servirà correre ai ripari. Probabilmente si attenderà la partita di domani per capire ancora meglio quali sono i reparti da puntellare. Il tempo, però, stringe.

Commenti

commenti

Gabriele Paratore



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento