Calcio

Palermo: dopo le voci di probabile fallimento, le parole di Zamparini. Marco Baroni nuovo allenatore?

Maurizio Zamparini
7 giu 2017 - 16:24

PALERMO - Giornate convulse in viale del Fante. Le notizie più contrastanti tengono in apprensione i tifosi rosanero, che sono rimasti di sasso davanti all’articolo apparso ieri sul “Giornale di Sicilia”, che paventava un debito della società di 120 milioni di euro, con la Guardia di Finanzia impegnata in accertamenti mirati a verificare l’ammontare certo dell’entità delle esposizioni.

All’immediato comunicato apparso sul sito ufficiale della US Città di Palermo, finalizzato a smentire il contenuto dell’articolo e a fornire le corrette informazioni in proposito, hanno fatto seguito le dichiarazioni di Maurizio Zamparini in persona apparse oggi sempre sul “Giornale di Sicilia”. L’ex presidente del Palermo, ancora proprietario della società, ha tenuto a puntualizzare che “il Palermo non ha 120 milioni di debiti” ed ha aggiunto “Io mi vergogno che venga fatta una cosa del genere ad una persona trasparente come me dopo quindici anni che sono a Palermo”.

Sollecitato dal giornalista che ha condotto l’intervista a chiarire i motivi degli accertamenti della Procura, Zamparini ha detto: “L’unica cosa fatta dalla Procura è stato un accertamento d’ufficio perché due anni fa è stato dilazionato un pagamento dell’IVA. Ha solamente visto i bilanci del Palermo e non c’è alcun problema, è un suo dovere. Anzi sono felice che verifichino. Posso sbagliare squadra, allenatore e giocatori, ma sono una persona onesta e trasparente. E merito molto rispetto, a 76 anni. Così sembra che io sia un faccendiere che voglia far fallire il Palermo. Il Palermo è fallito altre volte, con me non lo farà”.

Anche sullo stato di salute del club, Zamparini ha avuto parole rassicuranti: “Il Palermo in questo momento è una delle società più sane del panorama italiano. Devo solo pareggiare i bilanci, non si può più chiudere con venti milioni di perdite”. Sul closing, che dovrebbe sancire il passaggio di proprietà al gruppo di Paul Baccaglini, queste le parole dell’ex presidente: ”Stanno chiudendo, ma se escono ancora notizie del genere…. Il presidente del collegio sindacale ha preparato una dichiarazione da presentare all’avvocato italiano della banca londinese nella quale verrà spiegato che non è vero nulla. Ormai le notizie arrivano dappertutto. Io sono una persona onesta e trasparente e sono una sicurezza per il Palermo, fin quando ci sarò io questa società sarà al sicuro”.

E mentre indiscrezioni riportate sulla stampa locale danno per certo che l’affare possa concludersi sulla base di 100 milioni di euro, vanno avanti le operazioni per costruire la squadra che dovrà affrontare il prossimo campionato di Serie B. Con l’iscrizione al torneo ormai certa e con Marcello Carli, ex direttore generale dell’Empoli, indicato sicuro nuovo direttore sportivo, spunta il nome di Marco Baroni come probabile allenatore rosa. Il tecnico fiorentino, attuale mister del Benevento, si è ben distinto nell’ultimo campionato portando la squadra campana, neo promossa in Serie B, alla finale dei playoff, nella quale si contenderà con il Carpi la promozione in Serie A. Fautore del modulo offensivo 4-3-3, Baroni sembrerebbe l’allenatore preferito da Zamparini che lo vedrebbe bene al fianco di Edy Reja. L’ultima parola, però, dovrebbe spettare a Paul Baccaglini.

Pietro D’Alessandro

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA