Calcio

Palermo: a Coccaglio si lavora in vista di Bologna. Visita del sindaco Orlando

palermo-foto
16 nov 2016 - 11:29

PALERMO - Prosegue alacremente nel ritiro di Coccaglio il lavoro difficille di Roberto De Zerbi per preparare la trasferta di Bologna.

Con i giocatori impegnati con le loro nazionali tutti rientrati alla base, il tecnico bresciano dovrà ancora una volta fare i conti con gli infortuni che stanno decimando dall’inizio del campionato la rosa a disposizione. L’elenco degli indisponibili è composto da Gonzalez, Rajkovic, Balogh, Trajkovski, Embalo e Bentivegna, mentre si segue con cauto ottimismo il recupero di Rispoli, pedina fondamentale della difesa a quattro delle ultime formazioni del Palermo. De Zerbi sembra voglia continuare ad utilizzare questo schieramento difensivo malgrado tutti i punti conquistati finora dal Palermo, ad esclusione di quello rimediato contro il Crotone, vengano da partite nelle quali i rosanero si sono posizionati a tre in difesa, con la possibilità di sfruttare meglio le incursioni di Rispoli e Aleesami nella posizione di esterni di centrocampo.

A Bologna il Palermo avrà contro anche la tradizione che, alla ripresa del campionato dopo la sosta di novembre, negli ultimi tempi non lo ha mai visto vincere, ma solo soccombere o pareggiare.

L’unica nota positiva in questo campionato, così complicato per la squadra di Zamparini, viene da Nestorovski, arrivato, con il gol segnato a Donnarumma, a 6 marcature. La scarsa vena offensiva del Palermo, che ha all’attivo solo 9 gol segnati, fa sì che l’attaccante macedone sia il giocatore della Serie A più determinante per la sua squadra. Nella speciale classifica riportata dal “Corriere dello Sport”, nella quale si prende in considerazione la percentuale tra i gol segnati da un giocatore rispetto ai gol complessivi realizzati dalla squadra, Nestorovski occupa il primo posto con il 66,7 %, davanti a Immobile con il 39,1%, Verdi con il 36,4 %, Falcinelli con il 30,0 %, Higuain con il 25,0 %. Una nota di merito per il macedone, ma un segnale preciso della inadeguata incisività del fronte offensivo rosanero.

Intanto, con l’approssimarsi del mercato di gennaio, ricominciano a fiorire le voci su presunti obiettivi della dirigenza rosanero. Tra questi spicca il nome dell’attaccante argentino Jonathan Calleri, che secondo “calciomercato.com” interesserebbe oltre al Palermo anche il San Paolo ed il Siviglia. Calleri, in forza al West Ham, anche se non sta attraversando un momento particolarmente entusiasmante nella Premier League con sei presenze e nessun gol realizzato, potrebbe sicuramente far comodo alla causa rosanero.

Da segnalare la presenza ieri a Coccaglio del sindaco di Palermo Leoluca Orlando, che ha fatto visita alla squadra assieme all’assessore allo sport Cesare La Piana. E’ molto probabile che l’occasione abbia permesso di affrontare l’argomento relativo al progetto del nuovo stadio, che sembrerebbe un punto fermo delle iniziative del gruppo cinese che sta trattando l’acquisto della società.

Pietro D’Alessandro

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA