Pallanuoto

Orizzonte, buona la prima!

Una parata di Carina Harache
Una parata di Carina Harache
4 ott 2014 - 23:49

CATANIA – Esordio in campionato positivo per l’Orizzonte Catania, che davanti al pubblico amico della piscina intitolata a Francesco Scuderi ha avuto la meglio sul Città di Cosenza, riscattando così la sconfitta subita qualche giorno fa in Coppa Italia.

Partono meglio le calabresi, in vantaggio dopo 30″ con Citino, ma le ragazze di Martina Miceli si rimettono subito in carreggiata pareggiando con Emily Greenwood e ribaltando il punteggio in chiusura di tempo grazie all’eterna Di Mario. Il capitano si ripete nel secondo quarto dopo la rete di Palmieri, e l’Orizzonte al riposo lungo conduce per 4-1.

Greenwood apre le marcature in avvio di ripresa, poi arrivano i rigori di Di Mario e Arancini e le doppiette di Roberta Marletta e Vitaliti, che portano lo score sull’8-4 al 24′. Nel finale le silane tentano di riportarsi in partita, ma ad Arancini, Zafina e Sorli rispondono Palmieri e Grillo per il definitivo 10-7.

A fine gara una Martina Miceli contenta per il risultato ottenuto e per i progressi mostrati dalla squadra ci tiene a sedare facili entusiasmi: “Abbiamo fatto vedere cose buone, ma abbiamo anche sbagliato tantissimo, ma la cosa più bella è che sappiamo di poter migliorare ancora parecchio - ha detto il coach catanese, che ha poi aggiunto – sappiamo di avere una squadra formata da giovani molto talentuose, ma dobbiamo migliorare gli automatismi, prendere consapevolezza dei nostri mezzi ed attendere la crescita di giocatrici come Marletta, Palmieri, Grillo e Lombardo.

Le certezze delle etnee si chiamano Harache e Di Mario. “Carina (Harache n.d.r.) oggi ha dimostrato di essere uno dei portieri più forti del campionato, mentre sappiamo bene quello che Tania ha fatto e continua a fare per i nostri colori”.

Sabato prossimo l’Orizzonte sarà di scena a Padova. “Una trasferta difficilissima - conclude Miceli – come tutte le partite che ci aspettano. Nonostante il nostro obiettivo primario sia la salvezza, infatti, la storia della nostra squadra fa sì che tutti gli avversari ci affrontino con la massima concentrazione e senza sottovalutarci. Siamo comunque orgogliose di avere un blasone così importante, pertanto daremo sempre il massimo per difenderlo”.

Tabellino

Orizzonte Catania – Città di Cosenza: 10-7

Parziali: 2-1; 2-0; 4-3; 2-3

Orizzonte Catania: Harache, Greenwood 2, Distefano, Buccheri, Di Mario 3 (1 rig.), Grillo 1, Palmieri 2, Marletta 2, Battaglia, Aiello G., Aiello F., Lombardo, Zuccarello. All. Miceli

Città di Cosenza: Nigro, Citino 1, Gallo, De Mari, Vitaliti 2, Gil 1, Marani, Nicolai, Arancini 2 (1 rig.), Zaffina 1, Motta, D’Amico. All. Posterivo A.

Arbitri: Navarra e Scappini.

Superiorità numeriche: Orizzonte 5/14 + 1 rigore, Cosenza 2/9 + 1 rigore.

Note: uscite per limite di falli: nel secondo tempo Marani (C), nel terzo tempo Greenwood (O) e Citino (C), nel quarto tempo A. D’Amico (C).

Commenti

commenti

Giampiero Maenza



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati

Lascia un Commento