Calcio

Non basta la voglia di fare per il Siracusa, finisce 1-1 al De Simone

siracusa-partita
30 ott 2016 - 16:48

SIRACUSA - Dopo la sconfitta con il Fondi il Siracusa avrebbe voluto vincere nel match casalingo contro la Fidelis Andria, ma deve accontentarsi dell’1-1.

Partono fortissimo i padroni di casa, e dopo due tentativi in porta sventati da Poluzzi l’arbitro Francesco Meraviglia fischia il penalty: sugli sviluppi di un corner infatti Tito atterra Catania. Dal dischetto va lo stesso Catania che batte il portiere avversario. 17 minuti ed i padroni di casa sono già avanti.

Passano però solo 20 minuti e la Fidelis Andria agguanta il pari: siamo al 37′ quando Minicucci calcia in porta, Santurro para ma non può opporsi al tap-in vincente di Onescu.

Secondo tempo più tranquillo, nonostante le aspettative dopo un primo tempo scoppiettante, e non si registrano particolari occasioni.

Dal 70′ arrivano i cambi da ambo le parti; Dezai sostituisce Telamo, Mancino, al rientro da un infortunio, rileva Minicucci e pochi minuti dopo Longoni lascia spazio a Valente, anch’egli fuori a lungo per un infortunio. Poi Fall rileva Cianci mentre Sottil sostituisce Palermo con Scardina.

La partita sembra non avere altre particolari emozioni da raccontare; al 91′ però Mancino su punizione sfiora il palo, facendo venire la pelle d’oca a tutti i tifosi presenti

È l’ultima emozione di una partita che si chiude con l’1-1 e dove tutto si decide nel primo tempo.

Tanta la voglia di entrambe le squadre di dominare sull’altra, ma non basta; un pareggio che permette alla Fidelis Andria di salire a quota 13 e dare continuità alla vittoria sul Cosenza, mentre i siracusani alzano un po’ la testa, salendo a quota 8, ma sicuramente ancora non va, e intanto al “De Simone” piove qualche fischio…

Omar Qasem



© RIPRODUZIONE RISERVATA