Pallanuoto maschile

La Muri Antichi non riesce nell’impresa: Roma Nuoto ancora in fuga. Bene le altre siciliane

Famila Muri Antichi Pallanuoto
20 feb 2016 - 18:41

Altra giornata archiviata in serie A2 girone Sud di pallanuoto: l’undicesimo turno conferma ancora una volta la forza della Roma Nuoto: la Famila Muri Antichi, infatti, non riesce nell’impresa di fermare la capolista, che sembra fare un campionato a sé. Maggiore soddisfazione per la 7 Scogli, che vince contro la Campolongo Salerno al termine di una sfida avvincente e combattuta fino alla fine. In chiave salvezza, il Latina scalza la Promogest grazie alla vittoria nello scontro diretto.

È una Muri Antichi che lotta quella che si vede a Catania contro la prima della classe. Nel primo tempo, la squadra di casa dà del filo da torcere alla Roma Nuoto, lottando su ogni palla. Ne viene fuori un primo tempo di alta intensità e dalle grandi emozioni. Alla fine, però, a spuntarla sono gli ospiti, che si impongono per 3-4. Il secondo periodo si preannuncia interessante, ma alla fine le aspettative vengono deluse. Ne viene fuori uno scialbo 1-1. Un copione che si ripete anche nel terzo quarto, quando nessuna delle due squadre riesce ad allungare il passo e a dare una chiara svolta alla sfida. Anche qui, infatti, il tabellino segna 1-1. Partita tirata e in bilico fino alla fine: sono gli ultimi 8 minuti, infatti, a decretare la vincitrice. Caparbia e guerriera la Famila dà l’illusione di poter riuscire a strappare un pareggio, ma il risultato finale è di 7-9.

Diversa la storia per la 7 Scogli, che dopo il pareggio per 2-2 nel primo tempo, mette a segno due importantissimi 2-1 di fila contro la Campolongo Salerno. I successi del secondo e terzo parziale si rivelano importantissimi per il successo finale. Nell’ultimo quarto, infatti, i siciliani vengono battuti di una lunghezza dagli ospiti (2-3). Alla fine, però la 7 Scogli può gioire per l’8-7 conclusivo.

Grandi sorrisi anche in casa Te.Li.Mar. Palermo, che batte la neo promossa Roma 2007, attualmente all’ultimo posto in classifica. Il vantaggio dei padroni di casa si concretizza nei primi due tempi attraverso un gioco convincente e determinato, che frutta il 4-1 del primo e il 3-1 del secondo. Poi, gli avversari provano a uscire la testa dal guscio sfoderando una bella prestazione nel terzo e quarto parziale, in cui riescono a raccogliere due pareggi (2-2).

Bene anche la Nuoto Catania, che lotta fino alla fine con il Civitavecchia. Dopo l’1-0 del primo tempo, nel secondo i catanesi vincono per 3-2. I laziali provano ad impensierire e a rifarsi sotto nel terzo periodo vincendo per 2-3. Infine, il 3-3 dell’ultimo quarto regala la vittoria alla Nuoto Catania.

Andrea Lo Giudice



© RIPRODUZIONE RISERVATA