Lega Pro

Messina, Lucarelli ci va giù pesante: “Senza umiltà, che vergogna”

lucarelli
22 dic 2016 - 19:22

MESSINA - Un pessimo inizio del girone di ritorno per il Messina di Cristiano Lucarelli, che non riesce a sbancare il “Nicola De Simone” e crolla sotto i colpi del Siracusa e di Emanuele Catania per 2-0.

A non mandarla giù è proprio il mister peloritano che, dopo la vittoria per 3-0 sulla Vibonese, si aspettava sicuramente qualcosa in più dai suoi uomini e corrono parole molto pesanti sui calciatori giallorossi: “Sono il primo a vergognarmi del 2-0 di oggi” ha dichiarato Lucarelli nel post partita. “Se imparassimo l’umiltà allora potremmo tirarci fuori da questa posizione di classifica: o si prende coscienza di questa situazione oppure non si va da nessuna parte”.

“Non si può pensare di venire a Siracusa e vincere senza problemi. Facciamoci un po’ umili come fa il sottoscritto nonostante le 500 presenze in Serie A e le centinaia di goal. Sono orgoglioso di allenare questa squadra, ma dovete capire che siamo una Ferrari con un motore da 500. Questo lo dovete capire anche voi - dice l’ex Livorno, riferendosi ai giornalisti - ora basta perché sono inca**ato e non voglio dire che in questa squadra ci sono alcuni giocatori che non andrebbero bene nemmeno per l’Eccellenza. La verità è che siamo bravi solo nei preliminari, poi al momento di arrivare al sodo non riusciamo a fare niente”.

Gabriele Paratore



© RIPRODUZIONE RISERVATA