Calcio

Mercato Palermo: Zamparini ostenta ottimismo e parla della cessione della società

pa
21 lug 2016 - 16:32

PALERMO - Dal ritiro di Bad Kleinkirchheim arrivano voci di un Palermo sempre più concentrato in attesa di affrontare i primi impegni della stagione. Il debutto previsto al Barbera è impegnativo: il 6 agosto ci sarà l’amichevole con l’Olympique di Marsiglia, avversario di rango. Seguirà il debutto in Coppa Italia il 13 agosto con un avversario ancora da stabilire. Sembrerebbero non mancare le motivazioni ai giocatori rosanero, con i giovani in prima linea per entusiasmo e con i veterani a far da guida con il loro bagaglio di esperienze.

E mentre stenta a decollare la campagna acquisti, continuano a circolare i nomi di calciatori prossimi alla partenza. A Sorrentino, Maresca e Gilardino, andati via già da tempo, e a Vazquez, pezzo forte del mercato in uscita, dovrebbero aggiungersi a presto Gonzalez e Lazaar. Di contro gli unici nuovi innesti sono stati il centrocampista offensivo Embalo, rientrato dal prestito al Bresca, e l’attaccante macedone Nestorovski. Troppo poco in considerazione del valore dei partenti, con i quali peraltro lo scorso campionato è stato ad alto tasso di drammaticità.

Tornando ai partenti, dispiace e suscita un pizzico di rammarico vedere il nome di Enzo Maresca nell’elenco dei giocatori senza contratto che partecipano a Coverciano al raduno a loro riservato.

Sul mercato del Palermo Zamparini appare ottimista e invita ad avere pazienza. Nelle ultime sue dichiarazioni, riportate dal “Giornale di Sicilia”, ha tra l’altro detto: “Stiamo lavorando. Corti e Foschi sono a Milano e stanno lavorando. Stiamo trattando tre o quattro nazionali europei, giocatori importanti. Manca un mese e mezzo alla fine della campagna acquisti. Bisogna stare tranquilli”. Il presidente ha fatto cenno anche ad una trattativa dell’ultima ora: “Ho avuto una telefonata di un importantissimo uomo di calcio sudamericano. Mi ha proposto un attaccante dicendomi che non è Dybala, però è fortissimo e si avvicina a lui”.

Zamparini è pure ritornato all’argomento cessione della società: Il presidente dovrebbe presto recarsi in Cina per portare avanti i negoziati che dovrebbero sancire il passaggio di proprietà della società. Queste le sue parole: “Questi imprenditori cinesi stanno lavorando ad un programma di lavoro che non dura cinque minuti. Questa settimana ci siamo sentiti tramite Baiguera (executive manager del Palermo – ndr), che tiene i contatti con loro perché io non parlo inglese. Stanno preparano il progetto, ma mica lo fanno per la stampa”. Il progetto, cui sembra riferirsi Zamparini, è da tempo un suo cavallo di battaglia: la realizzazione del nuovo stadio e del centro sportivo. Ma, oltre al gruppo cinese, il numero uno di Viale del Fante ha fatto cenno all’altra cordata, interessata ad acquisire l’US Città di Palermo. Quest’altro gruppo sarebbe capitanato da Frank Cascio, manager italo-americano, con alle spalle Joe Tacopina, l’avvocato statunitense proprietario del Venezia. “Cascio ha mandato Tacopina l’altro giorno, presentando una richiesta con tanto di documenti. Io però vorrei che venissero qua se c’è un vero interesse. Non do i documenti e i bilanci a gente che non fa ufficialmente le trattative. Dirò a Tacopina che aspetto Cascio qua” ha detto Zamparini in merito.

Intanto, mentre domani è prevista la seconda partita amichevole pre-campionato contro la squadra ungherese del Balzaz Kamilla Gyogyfurdo, le ultime voci di mercato confermano i contatti con la Roma per il difensore ungherese Gyomber e per il difensore bosniaco Zukanovic. Inoltre, falliti i tentativi per vestire di rosanero Cigarini e considerato che Valdifiori sembra ormai prossimo ad accasarsi con il Torino, si sta cercando di chiudere per El Kaddouri, il marocchino centrocampista del Napoli e sono sempre attive le trattative per l’ecuadoriano Josè Angulo, il giovane attaccante dell’Independiente del Valle.

Pietro D’Alessandro

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA