Calcio

Mentre i colori rosanero conquistano la ribalta nel mondo, il Palermo deve tentare la conquista di Udine

Paul Baccaglini
18 mar 2017 - 09:43

PALERMO - Da quando Paul Baccaglini ha assunto la presidenza del Palermo i colori rosanero sono improvvisamente venuti alla ribalta nel mondo.

Dapprima la Force India, il team indiano di Formula 1, ha presentato alla stampa la vettura con la quale correrà il campionato 2017/18 colorata di rosa e di nero, condendo la presentazione con un twitter rivolto alla società di Viale del Fante “Vi piace la nuova livrea?”, al quale la US Città di Palermo ha risposto simpaticamente: “Complimenti per la scelta, che splendidi colori!

Poi la rivista di moda parigina dedicata ai bambini “Vogue Enfants” ha svelato la copertina del prossimo numero di aprile, sulla quale campeggia una bellissima bimba che indossa un completino sportivo rosa con bordini neri sul quale spicca, sopra il numero 10, la scritta “Palermo”.

I tifosi rosanero saranno ben lieti di vedere i colori della loro squadra del cuore sfrecciare sui circuiti della Formula 1 e risaltare su una rivista a tiratura mondiale. D’altra parte il neo presidente lo aveva detto a chiare lettere subito dopo la sua presentazione che obiettivo principale era portare ai massimi livelli il “brand” del Palermo.

Questa improvvisa ribalta mondiale, però, purtroppo, non porta punti in classifica ed ecco che gli uomini di Diego Lopez devono sul campo ritagliarsi momenti di gloria cercando di rosicchiare, finché il tempo ed il calendario dà loro l’opportunità, quei sette punti di vantaggio che vedono ad oggi l’Empoli aggrappato al quart’ultimo posto in classifica, che consente la permanenza in Serie A.

E domani alle 18 alla Dacia Arena contro l’Udinese, il Palermo ha una grossa occasione di avvicinarsi ai toscani, impegnati a loro volta nella sfida casalinga, sulla carta proibitiva, contro il Napoli.

Non sarà sicuramente facile la partita contro gli uomini di Del Neri, reduci dalle brillanti prestazioni contro il Pescara fuori casa, successo per 1 a 3, e contro la fortissima Juventus, pareggio 1 a 1 tra le mura amiche.

Ma i rosanero dovranno lottare allo stremo per uscire imbattuti e mantenere ancora qualche speranza di salvezza.

Diego Lopez dovrà sostituire lo squalificato Bruno Henrique e potrà contare sulla disponibilità di Rispoli e Balogh, entrambi al rientro dopo aver scontato le sanzioni disciplinari rimediate contro il Torino, e di Pezzella guarito dall’infortunio che lo ha tenuto lontano dal campo per qualche settimana.

Il mister uruguaiano dovrà decidere se utilizzare dall’inizio Diamanti, che contro la Roma ha dato animo e vigore alla manovra offensiva con il suo innesto nel secondo tempo e chi schierare in porta, considerato che anche Fulignati domenica non è stato esente da incertezze.

La probabile formazione del Palermo, con il modulo 4-2-3-1, dovrebbe essere composta da Fulignati; Morganella, Cionek, Gonzalez, Aleesami; Gazzi, Chochev; Sallai, Diamanti, Balogh; Nestorovski.

L’Udinese, schierato da Del Neri con il classico 4-4-2, dovrebbe scendere in campo con Scuffet; Widmer, Danilo, Felipe, Samir; De Paul, Badu, Halfredsson, Jankto; Zapata, Thereau.

Arbitro dell’incontro sarà il sig. Maresca.

Anche domani è prevista sugli spati la presenza del presidente del Palermo Paul Baccaglini.

Pietro D’Alessandro

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA