Pallanuoto maschile

Lotta salvezza sempre più emozionante. La Roma Nuoto chiude i conti: il punto di A2 Sud

7 Scogli 29-11-2014
30 apr 2016 - 17:31

Si conclude con la vittoria della Roma Nuoto sulla Nuoto Catania la diciannovesima giornata di serie A2 girone Sud. Questo dimostra, ancora una volta, come la squadra capitolina non abbia veramente rivali in questa stagione. E mentre la lotta salvezza si fa sempre più avvincente con la De Bo Aqavion, Latina, Roma 2007 e Promogest raccolte in appena 3 punti, la Polisportiva Muri Antichi, sconfitta dalla 7 Scogli, guarda con soddisfazione gli 8 punti che la separano dalla zona calda della classifica. La Te.Li.Mar., invece, guadagna un punto con la Campolongo Salerno, mostrando ancora una volta di poter sperare fino alla fine nella zona play-off.

Partendo proprio da quest’ultima sfida, la squadra palermitana merita un applauso per come ha affrontato gli avversari. Bella la battaglia del primo tempo, finita sul 2-2. Altrettanto quella del secondo, che ha visto la Te.Li.Mar. vincere per 3-2 grazie alla rete di Di Patti. Duello incandescente anche nel terzo tempo, dove si assiste a un batti e ribatti mozzafiato: ad essere premiata, però, è la Campolongo Salerno, che vince per 3-4. Perfetta parità e assoluto equilibrio anche in vasca, Gli ultimi 8 minuti sono quelli decisivi, ma anche qua l’ago della bilancia non pende in favore di nessuna delle due squadre. Alla fine il tabellone segna 10-10.

Il derby tra 7 Scogli e Famila Muri Antichi va ai siracusani che partono subito con una marcia in più aggiudicandosi il primo tempo per 4-2. Nel secondo i catanesi escono le unghie, riuscendo a ribaltare il risultato grazie all’1-3. Poi, però, sono di nuovo i padroni di casa a prendersi la scena negli ultimi due periodi, vincendo per 5-3 e 3-1.

Cuore e grinta, infine, non bastano alla Nuoto Catania per riuscire nell’impresa contro la capolista Roma Nuoto. Di buon auspicio il pareggio (1-1) del primo tempo. Ma nel secondo gli ospiti mostrano la loro forza vincendo per 1-4. Dopo la pausa lunga la Nuoto Catania prova ad impensierire i primi della classe, che però mantengono i nervi saldi e chiudono per 2-3. Negli ultimi 8 minuti i padroni di casa cercano la grande impresa e ci vanno vicini vincendo per 4-1. Ma non basta, perché l’8-9 finale premia i laziali.

 

Andrea Lo Giudice



© RIPRODUZIONE RISERVATA