Pallanuoto femminile

L’Orizzonte si ferma con la terzultima, la Waterpolo continua a correre

Waterpolo Despear Messina 9 aprile 2016
16 apr 2016 - 17:08

È cominciato il conto alla rovescia in serie A1 femminile per la fine del campionato ed Ekipe Orizzonte e Waterpolo Despar Messina vivono sensazioni diverse. La prima, infatti, è quasi certa della salvezza, l’altra, invece, spera ancora di raggiungere il primo posto, attualmente occupato dalla Plebiscito Padova con 5 punti di vantaggio.

Nella quattordicesima giornata, l’Orizzonte ha sicuramente molto da rimproverarsi. La sconfitta con la R.N. Bologna, terzultima in classifica, sicuramente non riempie di gioia le ragazze allenate da Martina Miceli.

Illusoria la rete che porta in vantaggio le siciliane in avvio di gara, perché la squadra di casa esce le unghie e infila per quattro volte consecutive le avversarie, chiudendo in vantaggio. Poi, nel secondo tempo, sono nuovamente le emiliane a portare a casa il successo.

Dopo la sosta lunga, le ospiti provano a rimontare. E lo fanno grazie ad una prestazione superlativa e ad un avvio stratosferico: ben quattro le reti messe a segno di fila ai danni delle padrone di casa, che tentano una timida risposta. Ma il terzo periodo è tutto dell’Orizzonte, che chiude sul 2-5. C’è ancora speranza per rimontare, ma gli ultimi 8 minuti sono disastrosi. La R.N. Bologna prende in mano il pallino del gioco e schiaccia sul 4-1 le avversarie. Alla fine il risultato è di 12-8.

Diversa la storia della Waterpolo Despar Messina, devastante nel 13-4 contro la Rapallo Pallanuoto. Il primo tempo, vinto per 3-1, spiana la strada alle padrone di casa, che mostrano un leggero affanno nel secondo, chiuso in perfetta parità (1-1). Nelle ultime due frazioni di gioco, però, la Waterpolo mostra la sua superiorità, complice una Gitto scatenata.

Andrea Lo Giudice



© RIPRODUZIONE RISERVATA